Dipendenti Teknoservice senza stipendi: protesta in piazza

Sciopero per mancata retribuzione. Questa volta a protestare, con tanto di autocompattatori e mezzi utilizzati per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti parcheggiati in piazza Umberto I, è stata la Teknoservice. O, meglio, i suoi dipendenti. Che lamentano la mancata corresponsione degli stipendi: l’ultimo, infatti, sarebbe stato loro versato il 20 agosto.
Così, la ditta spesso nell’occhio del ciclone per un servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, che Teknoservice gestisce per aver vinto un appalto, fino ad ora non inappuntabile, ieri ha incrociato le dita dopo aver comunque assicurato il ritiro dell’umido, in prima mattinata. Poi, terminato il giro del territorio, i dipendenti si sono recati in piazza Umberto I dove, davanti alla sede del Comune, hanno parcheggiato i mezzi e atteso buone nuove. Che sono arrivate alle 11, quando, così ci è stato riferito, la proprietà avrebbe effettuato i pagamenti mancanti.
La protesta, quindi, è rientrata ed i dipendenti sono tornati al lavoro, considerato che ieri era martedì e c’era da ritirare anche alluminio e vetro. Perché questo ritardo nel pagamento degli stipendi? Pare che il Comune di Pisticci sia in ritardo nel versamento a Teknoservice di alcuni ratei, che, secondo qualcuno, ammonterebbero a un milione di euro.

Piero Miolla
pubblicato su La Gazzetta del Mezzogiorno

comments

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione ed inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su "Policy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.