19Ottobre2017

 

Sei qui: Home Cronaca Entra in negozio con un fucile e minaccia i presenti per motivi passionali. Arrestato imprenditore agricolo
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Entra in negozio con un fucile e minaccia i presenti per motivi passionali. Arrestato imprenditore agricolo

Con un’operazione congiunta della Polizia di Stato e dei Carabinieri, un uomo è stato arrestato a Bernalda dopo aver minacciato alcune persone con un fucile all’interno di un esercizio commerciale.
Un imprenditore agricolo di Bernalda di 47 anni, incensurato, è entrato in un esercizio commerciale situato sulla S.S. 407 Basentana profferendo frasi minacciose all’indirizzo dei dipendenti.
Da quanto poi riferito dai presenti, sembra che ce l’avesse con uno dei soci dell’attività accusandolo di tenere una relazione sentimentale clandestina con la sua attuale compagna.
L'uomo è uscito dall’esercizio per tornarvi dopo circa dieci minuti, questa volta però imbracciando un fucile, in cerca del suo rivale al momento non presente.
Dopo aver minacciato la sorella dell’uomo di spararla se non avesse trovato il fratello, è andato via allontanandosi sulla sua macchina.
Allertato il 113, personale del Commissariato di P.S. di Pisticci è subito giunto sul posto e ha avviato le ricerche dell’uomo unitamente ai Carabinieri della Stazione di Bernalda.
La sinergia tra Polizia e Carabinieri ha funzionato, perché in breve entrambi hanno rintracciato l’uomo. Era in un casolare nella propria azienda agricola in Bernalda. Non ha opposto resistenza e ha consegnato il fucile, che era caricato con una cartuccia, nonché altre tre cartucce custodite in un cassetto.
Dagli accertamenti effettuati, è risultato che il fucile era appartenuto al nonno, deceduto.
L’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità giudiziaria per minacce gravi, porto e detenzione abusiva di armi. L’arma e le cartucce sono state sequestrate.

   

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione ed inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su "Policy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.