Piazza Solferino e dintorni: c'è da risolvere il problema dei cattivi odori

Dai miasmi industriali di Pisticci Scalo alla puzza nauseabonda di Piazza Solferino nell’antico e suggestivo rione Dirupo, una delle ”cento meraviglie d’Italia da salvare”.
L’altra sera in quella civettuola piazza del quartiere tra i più visitati e ammirati della nostra città era in programma lo svolgimento della “Prima festa di Autunno” dedicata a “sua maestà” la “Zucca”, uno degli alimenti naturali più consumati dalle nostre popolazioni. Una grande festa di popolo che ha registrato un enorme successo tanto da far pensare già alla prossima edizione 2018, come è stato sottolineato dagli organizzatori del simpatico, originale evento.
Unico neo della serata, il fetore proveniente dai pozzetti delle fogne circostanti, che attraversano le vie limitrofe e soprattutto il vasto spazio dedicato ad una delle vittoriose battaglie della seconda Guerra d’indipendenza. Una cosa indicibile e indescrivibile che ha costretto parecchia gente ad abbandonare la bella manifestazione in atto con grande disappunto per chi questo avvenimento lo attendeva e voleva gustarlo. Parecchia di quella gente ci ha invitato a segnalare la cosa attraverso le colonne del nostro giornale, alle autorità preposte a risolvere o a far risolvere questo tipo di inconveniente che riguarda soprattutto l’igiene ma anche il decoro di una zona della nostra città tra le più frequentate da chi ha occasione di visitarla.
Qualcuno ci ha fatto notare che “l’incidente” non riguarda solo la piazza ospitante lo spettacolo, ma anche altre vie circostanti a partire dalla discesa di via Risorgimento da dove si sprigiona un insopportabile male odore di fogna che potrebbe far male alla salute di chi vi abita. Una cosa del genere e sempre nella stessa zona, ricordiamo, si era già verificata qualche tempo fa nell’Anfiteatro La Salsa, la piazza degli spettacoli estivi pisticcesi, creando proteste tra gli spettatori. L’inconveniente fu poi risolto durante la giunta Di Trani, con l’allontanamento di qualche centinaia di metri degli scarichi fognari.
A piazza Solferino e vie circostanti comunque, il problema sarebbe di natura diversa e non difficilmente risolvibile, atteso che gli interventi da eseguire sembrano riguardare la pulizia della condotta con l’impiego di una buona quantità di acqua con autobotti, operazione ripetuta a brevi intervalli. Intanto, è urgente intervenire, se non altro per il rispetto verso quella gente che vi abita e continua a farlo mettendo a rischio la propria salute.

Michele Selvaggi

comments

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione ed inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su "Policy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.