16Ottobre2018

 

Sei qui: Home Cronaca A secco la fontana di piazza Sant’Antonio Abate
  • image
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

A secco la fontana di piazza Sant’Antonio Abate

Un simbolo per la nostra città. Una fontana monumentale ammirata da tutti, quella di piazza Sant’Antonio Abate lungo Corso Margherita. La struttura purtroppo è ormai a secco da qualche settimana a causa – ci informano – di un serio guasto sulla condotta idrica che la alimenta. Guasto che evidentemente è di una certa consistenza, atteso che ancora non si è riusciti a ripararlo attraverso l’intervento dell’ Amministrazione Comunale.
Una grande e bella fontana, nota a tutti, quella di cui parliamo, che qualche lustro fa fu istallata dall’Amministrazione Giannone per sostituire l’altra più piccola della Giunta Cataldo, a sua volta costruita al posto dell’altra originale di manifattura risalente al periodo del regime fascista, anch’essa parecchio degna di ammirazione e posizionata al centro della piazza, nello stesso posto dell’attuale.
La nuova si distingue per una solida base, quattro rubinetti a getto continuo che scaricano in altrettante vaschette laterali, oltre a quattro belle figure di fanciulle, scolpite nella parte centrale e uno zampillo nell’area alta con sottostante un grande piatto di raccolta. Insomma un bel colpo d’occhio per un’opera ben progettata, posta lungo la strada centrale più importante della città, con un getto di acqua sempre fresca, per una fermata quasi obbligatoria di ammirazione, per residenti e turisti di passaggio dal nostro centro.
E’ importante comunque, che questa ammirata struttura, venga al più presto riparata per un ritorno alla sua funzionalità per evitare disagi a chi se ne serve. Da qui l’auspicio che l’Amministrazione comunale faccia tutto quanto è nelle sue possibilità per un intervento rapido e risolutore dell’inconveniente, affinchè possa essere restituita alla cittadinanza la sua fontana monumentale.

Michele Selvaggi