17Giugno2019

 

Sei qui: Home Cronaca A Cristo Re inizia l'era di don Antonio. Il Vescovo ringrazia don Leonardo per la sua lunga missione pastorale
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

A Cristo Re inizia l'era di don Antonio. Il Vescovo ringrazia don Leonardo per la sua lunga missione pastorale

Un altro tassello importante si aggiunge all'ultrasecolare storia della chiesa pisticcese che in questo mese di ottobre saluta l'insediamento di tre nuovi parroci.
Sabato sera si è celebrato l’ingresso solenne e la presa di possesso della Parrocchia di Cristo Re da parte di don Antonio Di Leo (parroco moderatore) che opererà insieme a don Leonardo Selvaggi  (a causa della età avanzata sarà parroco non moderatore).
Il nuovo arrivo è stato salutato con grande affetto da tutta una comunità che si è stretta attorno a lui ma anche a don Leo che – come ha sottolineato  Monsignor Caiazzo -  è  il vero “creatore di questa  parrocchia. A lui che ha fatto la storia di questa chiesa – ha aggiunto il vescovo - la comunità deve molto e deve molto anche per quello che è riuscito a creare al santuario di Santa Maria del Casale”.
Dal Vescovo, i  ringraziamenti a don Antonio Di Leo per aver “accettato l’incarico di  nuovo pastore in un momento particolare per questa città, su cui è scesa la Grazia di Dio”.
Ringraziamenti  per la sua costante presenza agli eventi della chiesa pisticcese sono andati al Sindaco Viviana Verri e alla sua Giunta. Una citazione particolare è arrivata poi per gli altri prelati pisticcesi, da don Michele Leone a don Rocco Rosano a don  Rosario Manco e a don Giuseppe Ditolve, questi ultimi prossimi a ricoprire i nuovi incarichi  parrocchiali a San Pietro e Paolo e Pisticci Scalo.
Da parte sua il nuovo arrivato don Di Leo, con voce chiara, forte e precisa, non nascondendo un pizzico di emozione,  ha ringraziato tutti  i presenti  compreso i familiari che lo hanno sempre   aiutato e incoraggiato verso il ministero. Un pensiero particolare per  il Vescovo che “in modo sorprendente mi ha affidato  questo incarico, che mi impegna nel continuare la storia di questa parrocchia legata a don Selvaggi ma anche a don Mario Spinello”.
In chiusura l’appassionato saluto della comunità parrocchiale  e la lettura del messaggio di investitura del vescovo che porta la data del 5 ottobre 2018. La serata si è conclusa con le note del coro interparrocchiale del maestro Maria G. Calandriello e una calorosa augurale ovazione da parte dei fedeli.

Michele Selvaggi