21Marzo2019

 

  • Geom. Mario Petracca
  • image
  • image
  • Avv. Alessandra D'Angella
  • Avv. Giuseppe Miolla
Sei qui: Home Cronaca Con il 'senatore' Giovanni D'Alessandro se ne va un pezzo di storia cittadina
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Con il 'senatore' Giovanni D'Alessandro se ne va un pezzo di storia cittadina

“U Senatore”  ci ha lasciato . E’ morto, infatti, nei giorni scorsi all’Ospedale di Policoro dove era ricoverato da qualche giorno, Giovanni  D’Alessandro, il nostro concittadino, meglio conosciuto a Pisticci come “u Senator”.
Un personaggio, capace di suscitare simpatia, che  con la sua presenza, in un certo senso, ha contribuito sicuramente ad una pagina di la storia di questa nostra città.
Ben voluto da tutti, sempre educato nel chiedere qualcosa, quando gli serviva, era  diventato famoso anche per le sue personali “massime”, quella più ricorrente, la ricordiamo: “meglio essere gentili che scostumati”.
Gli piaceva essere chiamato “U Senator”, appellativo che lui, a richiesta, sfruttava  raccontando ipotetici incontri ed interventi da protagonista politico al Senato della Repubblica di Roma, la città che lui diceva di amare.
Tutti hanno avuto occasione di conoscerlo. Tanti gli episodi legati alla sua  sempre simpatica persona, compreso qualche scontro verbale con qualche ragazzo che lo faceva arrabbiare. Ma poi tutto finiva li  e si continuava a scherzare come se nulla fosse accaduto. 
Da qualche tempo,  però, Giovanni non si  vedeva  più in giro; evidentemente alle prese con qualche problema di salute che  forse col tempo era diventato serio, tanto da causargli la dipartita.  
La sua vita, ricordiamo, era legata anche al suo espatrio avvenuto negli anni '70 in Germania  dove era riuscito a trovare un'occupazione. Sempre li, ancora giovane, fu vittima di un grave  incidente  automobilistico, rimanendo  per diverso tempo tra  la vita e la morte. Alla fine  si  era salvato, non senza qualche strascico.
Tornato in Italia, aveva trascorso gli ultimi decenni con la sua famiglia e con le tante persone che gli volevano bene.
La notizia della sua scomparsa ha toccato un po’ tutti. Dopo la camera ardente nella cappella dell’Ospedale di Policoro, i funerali si sono tenuti nella chiesa  di Santa Maria del Casale di Pisticci, officiati dal nuovo parroco don Antonio Di Leo, alla presenza di tanta gente di ogni età, che così ha voluto rendere l’ultimo omaggio  alla sua persona.

Michele Selvaggi