09Agosto2020

 

Sei qui: Home Cronaca Autovelox SS7 sotto Pomarico, giudice di pace accoglie ricorso Adiconsum
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Autovelox SS7 sotto Pomarico, giudice di pace accoglie ricorso Adiconsum

Buone notizie per i numerosi automobilisti multati nei mesi scorsi, dall'autovelox lungo la SS. 7 in territorio del Comune di Pomarico (ci sono pure diversi automobilisti pisticcesi).

Un argomento che ha tenuto banco per diverso tempo, creando non poco malcontento malcontento nella categoria che, tra l'altro, riteneva che i due apparecchi istallati dopo la galleria, in direzione Basentana, con il limite massimo di velocità di 70 Km / orari, non svolgevano attività di prevenzione come nella norma.
Una nota integrale delle ultime ore di Adiconsul Basilicata – che a suo tempo, ricordiamo, aveva promosso una petizione a riguardo - gentilmente trasmessaci dal segretario della sezione di Pomarico, Vito Pantone, informa sulla decisione del Giudice di Pace di Matera che accoglie un ricorso presentato da Adiconsum per un proprio associato a seguito, appunto, delle multe inflitte ad automobilisti che sono incappati nell'autovelox istallato sulla statale 7 in territorio del Comune di Pomarico.

"Sono centinaia gli automobilisti che si sono rivolti a noi – spiega nella nota Marina Festa, Presidente Provinciale dell'Adiconsum di Matera – per contestare il verbale per eccesso di velocità emesso da quel comune e conseguente decurtazione di punti sulla patente. Molti verbali – si legge ancora nel documento – riportavano il superamento del limite di velocità di un chilometro orario e dalle foto dell'autovelox si evidenziava che viaggiavano in perfetta solitudine non essendoci traffico sulla strada. L'Autovelox di Pomarico – aggiunge Festa – ha creato un grave disagio economico e sociale a numerosi pendolari mono redditi che si sono visti recapitare 2 – 3 e perfino10 verbali da pagare . La sentenza del Giudice di Pace – ha precisato ancora Marina Festa – è del 9 giugno scorso ed è stata pubblicata il 23 giugno ultimo scorso. Accoglie il ricorso dell'automobilista patrocinato dall'avvocato Giuseppe Tedesco che ha contestato numerosi motivi di illegittimità e nullità dei verbali e la mancata omologazione dell'autovelox".
Secondo l'avvocato Giuseppe Tedesco – precisa la nota - l'art. 142 del Codice della strada, prevede al comma 6 che le apparecchiature siano debitamente omologate , anche per il calcolo della velocità media, mentre l'autovelox istallato sulla SS.7 era privo di omologazione".

Michele Selvaggi