14Ottobre2019

 

Sei qui: Home Cronaca La protesta degli avvocati arriva a Pisticci. Di Trani annuncia novità sul tribunale
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

La protesta degli avvocati arriva a Pisticci. Di Trani annuncia novità sul tribunale

La protesta degli avvocati fa tappa anche a Pisticci. Ieri mattina, infatti, nella sala consiliare di piazza Umberto I si è tenuta un’assemblea dell’ordine degli avvocati di Matera, alla quale hanno preso parte il presidente dell’ordine, Nicola Rocco, il segretario, Vincenzo Colucci, i consiglieri pisticcesi, Roberto Cataldo e Giuseppe Miolla, nonché il sindaco di Pisticci, Vito Di Trani, invitato anche in considerazione del fatto che una delle ragioni dello sciopero dell’avvocatura riguarda la scelta del governo centrale di sopprimere la maggior parte degli uffici del giudice di pace, come accadrebbe per quello di Pisticci e per tutti gli uffici dislocati nella provincia, con la sola eccezione di Matera città.
Gli avvocati sono in sciopero dal 15 marzo per diverse questioni di ordine nazionale legate ad esempio, come ha avuto modo di spiegare Roberto Cataldo, all’abolizione delle tariffe professionali senza, fra l’altro, la contestuale istituzione di quei parametri sostitutivi di riferimento che andrebbero quantomeno a colmare un inspiegabile vuoto legislativo. Altre cause di dissenso sono la delegificazione dell'ordinamento forense, l'introduzione dei soci di capitale negli studi professionali e il sistema di mediaconciliazione obbligatoria, le nuove norme " vessatorie" sul processo civile, l'istituzione dei Tribunali per le imprese. Una prima iniziativa dell’ordine era stata organizzata a Matera. La scelta di portare la protesta anche a Pisticci è stata presa all’unanimità e caldeggiata dal presidente dell’ordine, Nicola Rocco, che nel ribadire come il governo centrale abbia un’agenda politica dettata dalle lobby, ha puntato sull’esigenza di dare una rappresentanza politico – istituzionale alla categoria. Sulla revisione delle circoscrizioni giudiziali, invece, Nicola Rocco, che ha condiviso gli atti prodotti dall’amministrazione comunale di Pisticci, ha indicato una strada precisa: questa non è una battaglia che la categoria può combattere da sola, rispondendo, fra l’altro, a criteri campanilistici, ma occorre coinvolgere tutti i Comuni interessati e soprattutto la regione Basilicata, a cui si chiede la convocazione immediata di un tavolo interistituzionale che possa affrontare la questione in maniera condivisa e con criteri di scientificità, diversamente non c’è speranza di raggiungere degli obiettivi concreti. Il presidente della camera penale di Matera, Amedeo Cataldo, ha invece esortato i colleghi a credere nella protesta al fine di veder tutelati i diritti della categoria.
Il sindaco Di Trani, intervenuto per i saluti, ha ribadito l’impegno del suo consiglio comunale a mantenere l’ufficio del giudice di pace di Pisticci, annunciando fra l’altro importanti novità relative alla nuova sede del tribunale, ormai quasi terminata. Il primo cittadino, fra l’altro, ha dovuto lasciare l’assemblea proprio per incontrare il presidente del tribunale di Matera, Giuseppe Attimonelli Petraglione, accompagnarlo in un nuovo sopralluogo nell’edificio di via Cantisano ed illustrargli gli ultimi interventi apportati al plesso per rendere completa la sua riconversione, così da rendere più concreta la possibilità di addivenire finalmente al trasferimento della sede pisticcese del palazzo di giustizia da piazza Umberto I alla nuova dimora. Ma più dello spostamento materiale degli uffici, conterà il mantenimento ed il miglioramento della loro effettiva funzionalità.

 

Roberto D'Alessandro
Il Quotidiano della Basilicata