17Giugno2019

 

Sei qui: Home Cronaca Marconia, derubata di denaro e gioielli. La Polizia scopre una badante e il suo convivente
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Marconia, derubata di denaro e gioielli. La Polizia scopre una badante e il suo convivente

Un’anziana vedova 84enne che vive sola si è rivolta al Commissariato di Polizia all’inizio di questo mese dopo essersi accorta della sparizione di diverse somme di danaro e di monili d’oro. Addirittura erano stati effettuati anche prelievi bancomat a sua insaputa. In totale l’ammanco di denaro ammontava a 2.200 euro e il valore stimato degli oggetti d’oro a circa 1.500 euro. In più era sparito anche il libretto postale su cui era depositata la somma di 10 mila euro.
Dopo approfondite indagini, sviluppando tutti gli elementi di fatto, gli investigatori del Commissariato di Pisticci sono risaliti ai responsabili: la 39enne rumena, badante della 96enne anziana sorella della denunciante nonché coabitante nell’adiacente appartamento e il suo convivente connazionale di tre anni più grande, entrambi incensurati.
La coppia di ladri è stata scoperta solo grazie alla capacità investigativa degli uomini del Commissariato che, nella circostanza, sono riusciti a recuperare tutti gli oggetti in oro e parte del denaro asportato, pari alla somma di 920,00 euro deferendo all’autorità giudiziaria entrambi i responsabili.
“L’occasione – ricordano dalla Questura di Matera - è opportuna per ricordare alla persone sole, soprattutto se avanti con l’età, di diffidare di soggetti che si introducono in case con i più svariati pretesti. In questo caso i ladri hanno approfittato della malriposta fiducia della padrona di casa trattandosi di persone conosciute. In molti casi, abili ladri e truffatori dal volto sconosciuto, sia uomini che donne, traggono in inganno ponendosi in maniera gradevole nei modi come nell’aspetto e colpiscono soprattutto i soggetti più vulnerabili: è bene ricordare che per i reati non ci sono distinzioni di genere”.