22Maggio2018

 

  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Ruina, la ricostruzione storica e partecipata della frana di Sant'Apollonia

Il gruppo social “Noi...Pisticci, le nostre radici, il nostro futuro”, coadiuvato da PlusHub e Archeoart Basilicata, promuove la seconda di una serie di ricostruzioni storiche, inaugurata dalla partecipata passeggiata dello scorso 29 dicembre.
A 330 anni dalla tragica “Ruina”, la frana che nel 1688 colpì e distrusse il Rione Casalnuovo, venerdì 9 Febbraio 2018, all'interno della Chiesa Madre nel Rione Terravecchia, a partire dalle ore 19, si terrà un racconto partecipato in cui verranno analizzate le cause che hanno portato alla tragedia di quella notte, tristemente nota come “la notte di Sant'Apollonia”, che costò la vita a diverse centinaia di persone.
Sarà un ritorno a quella tragica data, tra stradine innevate, buie e tortuose, con l'intento di comprendere se quello che è successo poteva essere evitato, che cosa avvenne davvero in quel periodo, qual era l'atmosfera che si respirava per le vie del rione oramai perso per sempre, insieme al suo tocco, alla sua macchina dell'orologio e ai palazzi gentilizi, attraverso teorie e studi tecnici.
La scelta della Chiesa Madre come luogo dell'iniziativa ha un forte valore simbolico: fu proprio l’edificio sacro a fermare la frana con la sua mole imponente e le sue fondamenta, profonde come le radici di quel popolo caparbio che, interpretandolo come un segno, decise di non abbandonare quei luoghi ma di costruire sulle macerie una nuova speranza di futuro.
All'evento è invitata tutta la cittadinanza e chiunque ne sia interessato.


Noi...Pisticci, le nostre radici, il nostro futuro
Plus Hub

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione ed inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su "Policy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.