07Aprile2020

 

  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

La scuola Q. O. Flacco si confronta con il tema dello smartphone in classe

Una domanda spesso ricorrente tra docenti, genitori e non solo è la seguente: “Gli smartphone in classe: nemici o strumenti di apprendimento?”.
Questo è l’interrogativo che la rivista didattica on-line Bricks si è posta nel numero del corrente mese di Marzo.
La mission di Bricks infatti è proprio promuovere l'innovazione nella didattica con il contributo del digitale nonché lo sviluppo delle competenze informatiche e digitali degli studenti.
Cogliendo tale sfida, presso la Scuola Secondaria di Primo Grado dell’Istituto Comprensivo “Quinto Orazio Flacco” di Marconia, in una prima classe a tempo prolungato è stata svolta un’attività di valutazione dell’apprendimento in modalità interattiva su I sistemi di riferimento con l’uso di Kahoot!. L’esperienza è stata descritta nell’articolo Lo smartphone in classe con Kahoot!: mezzo ludico per l’apprendimento collettivo a cura di Rosa Agneta ed Elisabetta Caputo e pubblicato su Bricks.
Le docenti riportano che la piattaforma di apprendimento scelta, grazie all’uso dello smartphone, ha permesso di coinvolgere attivamente e con grande entusiasmo l’intero gruppo classe. Il risultato finale è stato un’occasione di apprendimento laboratoriale che ha favorito lo sviluppo di competenze sociali e digitali da parte di tutti i ragazzi partecipanti i quali hanno interagito in maniera costruttiva sulla gestione del tempo, sulla collaborazione tra pari, sulla ricerca e valutazione delle informazioni.
A seguito dell’emergenza sanitaria del nuovo coronavirus che ha causato la chiusura delle scuole, Kahoot! può rappresentare uno strumento per realizzare quiz didattici da adoperare per l’insegnamento a distanza. 
Davvero lo smartphone in classe con Kahoot! in questo momento diventa un mezzo ludico per l’apprendimento collettivo che permette di abbattere le barriera fisiche dello spazio classe.