18Novembre2017

  • image
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Programmi elettorali

Comunali Pisticci 2016: il programma elettorale del candidato sindaco Leone

Il candidato sindaco Michele Leone presenta il suo programma elettorale collegato alle liste Paese Unico, Nuovo Futuro, Pisticci Popolare e Idea per Pisticci e Marconia

 

INTRODUZIONE

Un’Amministrazione ha il dovere di perseguire l’importante fattore della stabilità, senza tralasciare però il valore dell’efficienza.

Infatti un’amministrazione stabile ma inefficiente è inutile. Gli obbiettivi devono essere raggiunti a mezzo di azioni responsabili e sinergiche, prive di improduttivi individualismi e condizionamenti esterni che hanno influito molto sulle passate esperienze di governo cittadino.

Elenchiamo una serie di progetti realizzabili nelle linee guida del nostro programma.

ORGANIZZAZIONE UFFICI

E’ elemento di fondamentale importanza per la funzionalità della macchina amministrativa la riorganizzazione e il potenziamento degli uffici e della burocrazia cittadina, che avverrà a mezzo della revisione e integrazione delle figure dirigenziali e non.

La velocità di un apparato amministrativo di dare le risposte ai bisogni della collettività, passa per l’impiego sistematico degli strumenti informatici, che riducono i tempi e snelliscono le procedure. Ove necessario potenzieremo gli strumenti informatici e la rete. Per ottimizzare il rendimento del personale saranno rinnovate le campagne di formazione e applicate le regole dei disciplinari di qualità.

LAVORI PUBBLICI E URBANISTICA

Il capitolo riferito all’urbanistica non può prescindere dalla conclusione degli iter che riguardano il Regolamento Urbanistico ed il Piano Strutturale Comunale, strumenti che devono avere un duplice obbiettivo: conservare e recuperare le tipologie edilizie esistenti e consentire la realizzazione di nuovi insediamenti abitativi.

Riguardo a Marconia la priorità rimane quella di dare definitiva soluzione all’annosa problematica relativa alle zone C1, C2 e C3 attraverso l’approvazione di piani particolareggiati.

Su marina di Pisticci è da rivedere e riordinare il piano dei lidi, riformulandolo in modo da distribuire meglio e razionalizzare il carico degli investimenti verso una minore intensità di abitazioni.

Da predisporre, poi, i piani attuativi per lo sviluppo di nuove zone residenziali con annessi servizi e quelli di recupero edilizio dei rioni Dirupo e Terravecchia tenendo presenti gli obbiettivi della riqualificazione urbana, da un lato, e della massima valorizzazione a finalità turistiche, dall’altro.

L’Amministrazione precedente a quella in carica, cioè la mia amministrazione aveva definito in consiglio comunale all’unanimità dei voti le linee definitive del Regolamento Urbanistico. Sono trascorsi cinque anni senza che si è prodotto nessun provvedimento inteso alla definizione del predetto strumento urbanistico, per cui questa Amministrazione darà corso alla definitiva approvazione dello stesso, e corso immediatamente alla redazione del Piano strutturale con cui si si avvierà lo sviluppo dell’intero territorio.

Nella predisposizione del piano strutturale si terrà conto di tutte le risorse territoriali, sociali, ed economiche presenti e si coniugheranno in una visione che rappresenterà necessariamente una realtà globale rapportata ad accadimenti economici e politici di portata nazionale ed europea.

Consolidamento

Non è più procrastinabile un intervento di consolidamento dell’abitato di Pisticci centro. Come è noto Pisticci centro insiste su una collina argillosa, interessata su più versanti da eventi franosi storici. Per arginare tale problema occorre un lavoro di consolidamento dei fossi che circondano l’abitato, oltre che ripristinare e recuperare i canali di raccolta delle acque meteoriche ormai in stato di abbandono.

Altri interventi

 Metanizzazione delle aree non ancora servite a Pisticci Scalo;

 Prosecuzione del recupero edilizio per il rione Terravecchia;

 Trasformazione dei locali (lammie) di proprietà del comune nel rione Dirupo, attualmente degradati, in ostello;

 Realizzazione rete idrica e fognaria a Pisticci;

 Sistemazione pubblica illuminazione a Casinello.

 Revisione e ripristino di tutta la viabilità rurale a servizio delle aziende agricole;


 Sistemazione rete acque bianche a Marconia.

Viabilità

Con la realizzazione della galleria San Rocco e l’ampliamento di diversi lotti, l’asse viaria Pisticci Scalo – Pisticci - Tinchi - Centro Agricolo – Marconia - S.S. 106 - Mare risulta migliorata, ma servono altri interventi per completare l’opera e renderla funzionale alle sempre maggiori esigenze del traffico. Occorre eliminare ancora le curve che insistono dalla galleria verso Pisticci Scalo e soprattutto ripristinare e ammodernare il vecchio e tortuoso percorso Pisticci - Pozzitello che versa in stato di abbandono, nonostante il transito nella galleria sia precluso per certi tipi di mezzi.

Deve essere dedicata anche un’attenzione particolare al traffico cittadino, eliminando laddove sia necessario delle situazioni di pericolo con dei rallentatori.

ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Per far fronte al problema della disoccupazione, l’Amministrazione comunale deve dare vita ad una politica d’informazione, mediante l’istituzione di uno sportello che possa fornire agli interessati tutte le notizie legate alle nuove opportunità di impiego e a nuove fonti di finanziamento regionale, nazionale e comunitario in materia di occupazione.

Per sostenere l’attività agricola, l’amministrazione dovrà impegnarsi affinché i centri di commercializzazione dei prodotti agricoli, siano gestiti da produttori del territorio.

Occorrerà intensificare le opere di civiltà nelle campagne e migliorare la viabilità rurale.

Nel settore industriale sarà posta in essere un’azione di tutela dell’insediamento della Valbasento e di rilancio d’iniziative produttive anche in vista del completamento dell’aeroporto di Pisticci Scalo.

Altri interventi

 Attuare una campagna di incentivazione per l’attivazione di energie alternative;

 Realizzare un’area Pip a Pisticci

 Realizzare un programma di promozione del territorio con Apt e associazioni

 locali.

 Progettare e realizzare area Pip a ridosso della S.S. 106

AMBIENTE

Nel nostro programma, le politiche ambientali saranno attuate nella consapevolezza che le emergenze ambientali sul nostro territorio, come la cronaca degli ultimi tempi ci insegna, rappresentano un problema della cui gravità si acquisisce sempre maggior convinzione. Per tale motivo saremo sempre più scrupolosi esaminatori dei processi produttivi che avverranno nel nostro territorio.

Non è da tralasciare inoltre, il dilagante problema delle discariche abusive che si formano nelle diverse aree del nostro comune.

Discarica rifiuti solidi urbani

Uno dei compiti più impegnativi sarà l’organizzazione del servizio dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani. La discarica La Recisa è esaurita, ed essendo la stessa al servizio del nostro comune, occorrerà con la massima urgenza risolvere questo problema con il suo ampliamento.

Inoltre è da considerare che il rifiuto è tale solo se non è previsto un suo riutilizzo, quindi sono in stesura progetti di recupero energetico, soluzione idonea per dare un efficace risposta ecologica.

Acque interne e di balneazione

Saranno applicate severe politiche di controllo sullo stato di salute sia dei fiumi (Cavone e Basento) che attraversano il nostro territorio, sia del mare. L’inquinamento del fiume Basento trae origine dalla pesante eredità dell’industria chimica e dall’attuale attività di smaltimento di rifiuti speciali. Il Cavone invece riceve gli scarichi di parte degli abitati del comune di Pisticci, che dovranno essere depurati correttamente. Tali forme di inquinamento hanno delle ricadute negative anche sulla qualità delle acque del nostro mare.

Bonifica Valbasento

Non si può più rimandare, anche dopo le ultime vicende, la bonifica dei siti inquinati in Val Basento. Il Comune in questo ambito, ha il ruolo di intervenire presso le istituzioni per sollecitare l’inizio delle operazioni di caratterizzazione e bonifica. Occorrerà ridisegnare anche il ruolo della Tecnoparco che dovrà rivolgere le sue attività alla creazione di impresa, e non a quelle ecologiche.

Altre attività

 Individuazione aree per spazi verdi;

 Valorizzazione e recupero delle aree di pregio ambientale;

 Aree attrezzate per lo svago degli animali da compagnia e affezione.

SANITA’

La problematica più importante in tema di sanità riguarda l’ospedale di Tinchi ed il suo futuro. Quell’ospedale perde reparti e centralità, in quanto a livello nazionale si tende in quel settore a contenere la spesa. Occorrerà lavorare per dare all’ospedale un futuro, una certezza e un nuovo inquadramento con la previsione di attività sanitarie alternative.

FONDI E PATRIMONIO

Il trasferimento dei fondi ai comuni da parte del governo centrale, ha subito una contrazione inversamente proporzionale alle esigenze degli enti locali.

Quindi i fondi dovranno essere reperiti oltre che dalle entrate di tasse e tributi, anche dalla verifica delle rendite del patrimonio comunale, affinché siano congrue.

Da valutare anche la dismissione di parte del patrimonio comunale allo scopo di investire nella realizzazione di nuove opere pubbliche.

POLITICHE DEL LAVORO E POLITICHE SOCIALI

Intendiamo riservare la massima attenzione alle politiche sociali e del lavoro con azioni mirate alla predisposizione di progetti a carattere sociale d’intesa con la regione, e d il governo centrale che debbono avere l’obbiettivo di offrire la massima assistenza alle categorie più deboli e bisognose in una visione di considerazione dell’individuo come entità da valorizzare e inserire nel contesto della società e se possibile nel mondo del lavoro. Di primaria importanza sarà l’impegno nell’ambito delle politiche familiari, dato che la famiglia è un valore fondante della nostra storia e della nostra società. La famiglia ha bisogno di politiche che le garantiscano una

casa e spazi urbani adeguati, così come servizi e attività di consultorio, mediazione familiare e protezione dei minori.

CULTURA

Per quanto riguarda il settore cultura, si intende tessere una fitta rete di collaborazione con tutte le autorità scolastiche e le associazioni culturali presenti nel nostro territorio.

Infatti, si terranno in considerazione tutte le esigenze del mondo della cultura, punteremo alla promozione di scambi culturali tra i giovani del nostro comune con i giovani di altri Paesi, attraverso convegni e manifestazioni miranti a privilegiare la cultura tipica del nostro territorio.

TURISMO

La rinascita del nostro paese non deve avvenire solo attraverso il rilancio dello sviluppo industriale, che pure è essenziale, ma anche attraverso un forte sviluppo del comparto turistico, visto che il nostro territorio ha un grosso potenziale in tal senso. Perciò l’amministrazione dovrà rivolgersi con determinazione verso tutte quelle forme di promozione turistica che possono e devono determinare ricchezza, sviluppo ed occupazione per tutti. Occorrerà sfruttare con la massima determinazione le possibilità che ci saranno offerte da “Matera Capitale della cultura 2019”, mettendo in cantiere operazioni sinergiche con Matera ed altri comuni limitrofi. Il turismo non deve rimanere circoscritto sulla costa, sarà nostro compito interagire con villaggi e strutture ricettive perché si sposti anche verso l’interno della nostra comunità.

POLITICHE GIOVANILI, SPORT E SPETTACOLO

Pisticci ha la fortuna di avere numerosissime associazioni sportive, di ogni tipo e livello. Sarà nostro compito supportarle non solo con le risorse finanziare, purtroppo limitate, ma anche a livello logistico e collaborativo. La carenza delle strutture non deve scoraggiare i nostri giovani dal praticare quelle passioni verso le quali sono spontaneamente portati, quindi faremo un’attenta ricognizione delle presenti strutture e valuteremo singolarmente quelle da ammodernare o ristrutturare.

CONCLUSIONI

Gli argomenti trattati in queste pagine rappresentano a grandi linee le operazioni che intendiamo intraprendere per il bene del nostro comune. Siamo perfettamente a conoscenza delle difficoltà e degli ostacoli che potremo incontrare durante il percorso, ma al contempo siamo a conoscenza della determinazione e della forza con cui affronteremo sia la competizione elettorale, sia (se lo vorrete) gli anni di governo.
Per portare a termine tali operazioni, non serve una politica fatta di partiti divisi, all’interno dei quali regnano individualismi, rancori e incomprensioni. Servono invece, una proposta politica unitaria, collaborazione, passione e grandissima umiltà. Non intendiamo soltanto vincere queste elezioni, ma vogliamo governare per restituire a questo paese la sua giusta collocazione e i suoi antichi splendori.

   

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione ed inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su "Policy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.