23Novembre2017

 

  • image
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Autobus incendiato. Bellitti (Pd): ‘Finché è assessore regionale, Benedetto si preoccupi di dare risposte ai cittadini’

All’assessore regionale Nicola Benedetto rispondo dicendo che i controlli vanno fatti prima e non dopo gli incidenti, cioè ribadendo un tema al quale il nostro battitore libero non ha risposto. All’assessore Nicola Benedetto tengo a dire che il mio intervento, a seguito dell’incidente che ha visto prendere fuoco un autobus con all’interno dei passeggeri, aveva come unico obiettivo quello di mettere in luce la obsolescenza di molti mezzi in circolazione, che mettono a rischio la sicurezza dei nostri concittadini.
Mi sembra che il nostro assessore regionale, nella sua replica, abbia condiviso il senso del mio intervento ma non è riuscito a trattenere la sua vanità nel volermi additare imprecisioni.
All’assessore regionale ricordo che lui, nell’esercizio delle sue funzioni, ha il dovere di porre in essere le soluzioni dei problemi e non di fare lo spadaccino permaloso nei confronti di chi lo tira in ballo per le sue responsabilità. Pertanto, se esiste una delibera regionale che consente l’utilizzo di mezzi senza limiti di età, provveda, nell’esercizio delle sue funzioni, a ritirarla o a farne un’altra. Poi può prendersi la briga di verificare quanto questa delibera possa essere efficace, non essendo la Regione la stazione appaltante bensì le Province. Dunque, verifichi se il contratto di servizio ancora oggi in vigore tra Province e il consorzio gestore ha recepito la delibera regionale.
Dal canto mio, faccio solo un calcolo: se oggi circolano autobus con età di 30 anni significa che nel 2008, data di sottoscrizione dei contratti di servizio, il consorzio che gestisce il servizio aveva autobus già superiori ai 18 anni! Dunque, torna la questione dei controlli che vanno fatti prima e non dopo avvenimenti che mettono a rischio la vita dei cittadini. Non mi sembra che le questioni che vengono poste meritino l’appellativo di sciacallaggio o ancor di più pretesto per raccattare voti.
L’assessore Benedetto dovrebbe ricordare che è un uomo delle istituzioni e che altra cosa sono le provocazioni politiche. A riguardo spiace ricordare che dell’assessore Benedetto al momento non conosciamo neanche a che partito appartiene (visto che ne ha cambiati diversi). Per questa ragione e per le grandi contraddizioni politiche di cui è portatore (al governo in regione col centrosinistra e, contemporaneamente senza imbarazzo, promotore schieramenti politici alternativi sul territorio) porrò ufficialmente- nel mio partito ed al Presidente Pittella- il tema dell'opportunità della sua permanenza nella Giunta Regionale.
Dal canto mio e per il ruolo che ricopro continuerò ad essere vigile ed a fianco dei cittadini per tutto quanto di interesse pubblico.

Pasquale Bellitti
Segretario provinciale Pd

   

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione ed inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su "Policy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.