28Febbraio2020

 

  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Fruit Logistica 2020, Asso Fruit: “Sostenibilità, innovazione e collaborazione per un'ortofrutta sempre più competitiva

Si è conclusa positivamente l'esperienza del Fruit Logistica 2020 a Berlino.
La tre giorni ha consentito ad Asso Fruit Italia di dare ampio spazio alle principali novità che interessano le aziende associate”, ha così commentato Andrea Badursi, direttore generale dell'Organizzazione di Produttori.
“Frutthera Growers, azienda associata Asso Fruit Italia, ha presentato il nuovo packaging compostabile all'Italia Fruit Village nel corso dell'evento Ortofrutta 4.0, una risposta concreta a quelle che sono le
esigenze attuali della produzione agricola sempre più sensibile alle questioni connesse con la sostenibilità e il rispetto dell'ecosistema”, ha spiegato Badursi.
Salvatore Pecchia, responsabile della progettazione per Asso Fruit Italia, intervenuto al convegno Ortofrutta 4.0, si è soffermato sulle possibilità della trasformazione dei prodotti ortofrutticoli: “Si tratta di un comparto che può dare risposte reali alle aziende sempre alle prese, purtroppo, con flessioni congiunturali in termini di redditività. Come Asso Fruit Italia abbiamo sperimentato la purea di fragole, sono in corso studi che ci consentiranno di perfezionare la proposta. Siamo fiduciosi”, ha concluso Pecchia.
Al convegno Ortofrutta 4.0 hanno inoltre partecipato Giuditta Signorella, che ha rimarcato l'importanza della progettualità e dei piani operativi per attuare concrete azioni per la sostenibilità. Giuseppe Coladonato, delegato Asso Fruit Italia per l'innovazione varietale, ha approfondito il tema inerente le nuove varietà di uva da tavola che riguardano gli areali del Mediterraneo. Infine, le conclusioni affidate a Donato Del Corso, direttore generale Dipartimento Agricoltura Regione Basilicata, che ha evidenziato “come la collaborazione fra l'istituzione regionale e le organizzazioni di produttori produca successi importanti che devono essere considerati nuovi slanci per nuovi traguardi”.