La strada della discordia. Querelle Benedetto - Braia sulla Matera - Metaponto

“La Matera-Metaponto a 4 corsie? Diciamo che è una fantasia dell’assessore Luca Braia che, come tutte le persone normali, ha ovviamente anche lui dei sogni nel cassetto. Le priorità sono altre e in Giunta non c’è traccia della volontà di realizzare quest’opera”. E’ in atto un derby tra Nicola Benedetto, assessore regionale alle Infrastrutture, e Braia, suo collega con delega all’Agricoltura? A giudicare dalle dichiarazioni rilasciate alla Gazzetta da Benedetto sembrerebbe di sì. Ma andiamo con ordine.
A margine dell’incontro di lunedì a Matera, convocato dal sindaco Raffaelle De Ruggieri per fare il punto della situazione sulle opere pubbliche da realizzare per Matera 2019, Braia ha giustamente espresso la sua opinione, citando tra le priorità anche l’ammodernamento della Matera-Metaponto. La cosa, evidentemente, non è piaciuta a Benedetto, titolare della delega alle Infrastrutture, che non ha esitato a replicare, smentendo di fatto Braia e ricordandogli che le priorità sono ben altre. “Nel programma delle opere pubbliche – ha infatti rincarato l’imprenditore di Pisticci prestato alla politica – non c’è traccia di questa opera. C’è, invece, traccia dell’ammodernamento della Potenza-Melfi, che purtroppo è teatro spesso di incidenti mortali, così come della Matera-Gioia del Colle, della Basentana, che abbisogna dello spartitraffico centrale, visto che anche su quell’arteria spesso ci sono incidenti mortali. Ma l’elenco non finisce qui, perché anche la Tito-Brienza, la statale che porta a Maratea, la Matera-Ferrandina su asfalto sono tutte in questo elenco. Queste, dunque, le priorità, non a caso cristallizzate in un programma definito e ufficiale. Solo quando avremo realizzato e dato corso a queste priorità, eventualmente, potremo pensare alla Matera-Metaponto a 4 corsie”.
Insomma, se non è uno scontro, poco ci manca. Benedetto, infatti, dopo aver premesso che “non si tratta assolutamente di una guerra tra me e Braia”, ha poi anche aggiunto, riferendosi alle parole dell’assessore di Matera, che “è come se io, assessore alle Infrastrutture, dichiarassi che la priorità per l’agricoltura lucana è la conversione delle piantagioni tutte in fichi d’India”. Un esempio chiaro, quello fatto da Benedetto, che dimostra come le dichiarazioni dell’assessore all’Agricoltura non siano state digerite da quello alle Infrastrutture. Benedetto, in ogni caso, ha anche ricordato che “tra le nostre priorità ci sono certamente il collegamento Murgia-Pollino, che potrà consentire di mettere in sinergia con la Puglia non solo il Pollino, ma anche la Val d’Agri. Passando, invece, alle ferrovie ricordo l’impegno sulla Ferrandina-Matera, per la quale ci sono 45 milioni già disponibili e altri 210 comunque in itinere. Su quest’opera, poi, 10 milioni di euro sono stati già utilizzati per la progettazione”.
Ma non è finita qui, perché il titolare delle Infrastrutture non ha mancato di citare anche la pista Mattei: “Era e resta una priorità: stiamo terminando le fasi successive alla caratterizzazione e attendiamo da Enac un parere sulla bozza di bando quindicinale che vorremmo pubblicare entro ottobre”. Per chi non l’avesse capito, dunque, la Matera-Metaponto a quattro corsie può attendere. Almeno secondo l’assessore Benedetto.

Piero Miolla

comments

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione ed inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su "Policy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.