15Dicembre2017

 

Sei qui: Home Politica Metapontino fuori dalle Zone Economiche Speciali: il dissenso dei sindaci
  • image
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Metapontino fuori dalle Zone Economiche Speciali: il dissenso dei sindaci

I Sindaci dei Comuni di Bernalda, Pisticci, Scanzano Jonico, Policoro, Nova Siri e Rotondella, aderenti al partenariato “Costa del Metapontino” hanno sottoscritto ed inviato una lettera alla Regione Basilicata e, in particolar modo, al Dipartimento Programmazione e Finanze, per manifestare il disappunto delle Amministrazioni e delle comunità joniche relativamente alla delibera di Giunta regionale n. 876 del 4 agosto 2017 e alla scelta di individuare quali Zone Economiche Speciali soltanto quelle di Ferrandina e di Lauria, con un’esclusione del Metapontino.
"Tale scelta risulta assolutamente incomprensibile in considerazione delle potenzialità del nostro territorio che rappresenta una delle aree nevralgiche dell’intera regione per lo sviluppo economico e sociale. È poco strategico precludere nuovi investimenti nella nostra area, con conseguenze pregiudizievoli per la competitività nei settori dell’agroindustria, del commercio e del turismo - si legge nella nota dei sindaci - Il Metapontino, inoltre, ha una posizione di vantaggio verso il Porto di Taranto, potendo rivestire il ruolo di area retroportuale rispetto all’importantissima infrastruttura pugliese. La strategicità della regione Basilicata sul piano energetico per l'intera nazione e sul piano idrico per le regioni limitrofe, farebbe pensare all'opportunità di rendere l'intero territorio lucano Zona Economica Speciale. Ove tale strategia non fosse applicabile, però, in considerazione dell’importanza del Metapontino nello sviluppo dell’economica lucana, si chiede alla Regione Basilicata e al Ministero dello Sviluppo Economico di riconsiderare le aree da sottoporre a verifica da parte degli uffici, auspicando per il futuro un maggiore coinvolgimento nella fase di concertazione degli attori imprenditoriali e delle Amministrazioni Locali.
La ZES, infatti, rappresenta uno strumento importantissimo per il rilancio economico e commerciale del Metapontino che si candida ad avere un ruolo importante nel panorama turistico ed economico nazionale”.

   

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione ed inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su "Policy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.