20Novembre2018

 

Sei qui: Home Politica Da Pisticci 5 Stelle solo pensierini a piacere denigratori in chiave elettorale
  • image
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Da Pisticci 5 Stelle solo pensierini a piacere denigratori in chiave elettorale

In riferimento all’articolo redatto e sottoscritto da “Pisticci 5 stelle”, avente ad oggetto fatti relativi alla presunta costruzione di un impianto di recupero e messa in riserva di rifiuti speciali a Pisticci Scalo da parte della Società IRLE S.p.a., pubblicato il 14.5.18 su Pisticci.com, pur rinunciando sin da subito a denunciare penalmente gli autori “anonimi” del testo, ancorchè vi siano le condizioni giuridiche per farlo, mi preme precisare e far luce su alcune questioni, visto che il mio nome e la mia persona sono stati arbitrariamente evocati dal detto movimento politico locale. Lungi dall’entrare nel merito della vicenda relativa all’iter burocratico e alla fase istruttoria che hanno condotto la ex giunta Di Trani a manifestare parere non favorevole all’installazione del suddetto impianto, mi sembra opportuno chiarire che il sottoscritto presentava le dimissioni dalla carica di Presidente del Consiglio Comunale in data 08.06.2015 e, da quel momento, non ha più fatto parte della maggioranza consiliare.
Conseguentemente, fino al giorno della pubblicazione del citato articolo, ero del tutto estraneo ed ignaro della contestata vicenda “IRLE”, atteso che sin dal giorno delle mie dimissioni, non sono più stato reso edotto delle scelte politiche intraprese dalla precedente amministrazione, ivi comprese quelle ambientali. Questa, comunque, non vuole essere una giustificazione alle accuse di “silenzio assordante” mosse dal M5S. Il mio intento è solo quello di precisare che l’esclusiva ragione della assenza dal citato consiglio comunale del 18 marzo 2016 veniva dettata dal mio allontanamento dalla maggioranza, per ragioni esclusivamente politiche che nulla c’entravano con l’ordine del giorno c.d. “Irle”. Chi mi conosce, sa bene quanto tenga a cuore la difesa del nostro territorio e la salute di tutti i cittadini, ragion per cui, se avessi avuto contezza dell’ordine del giorno, avrei preso parte alla votazione ed avrei espresso, anch’io, parere NON FAVOREVOLE. Ma, al di là delle ragioni che mi hanno indotto a non partecipare al detto Consiglio Comunale, non mi è ben chiaro il motivo per cui i “nostri” esponenti “grillini”- che, amorevolmente chiamo “cinquini” - , abbiano utilizzato proprio il mio nome (oltre a quello dell’ex consigliere Vito Daniele Pelazza) per evidenziare una mia presunta noncuranza nelle problematiche ambientali del nostro territorio, atteso che dalla delibera del ridetto consiglio comunale, risultavano assenti ben altri cinque consiglieri comunali rappresentati in Florio Rossana, Andrea Badursi, Rago Renato, Antonio Druda e Piero Mastroluisi!!!
In ogni caso, il modo di fare dei 5 stelle, ancora una volta, non mi ha stupito: portare alla luce vicende oltremodo passate, ipotizzando un presunto disinteresse verso tutti i problemi del territorio da parte dell’allora amministrazione e, in particolare, del sottoscritto, è un modo di fare ben lontano dal tanto proclamato principio di onestà, se si considera che, per giunta, quegli stessi amministratori si opponevano all’installazione del tanto contestato impianto di recupero e messa in riserva di rifiuti speciali. In ogni caso, non posso che collegare il (poco) “velato” attacco nei miei confronti e, nei confronti delle mie azioni, alle recenti vicende che hanno interessato l’attuale amministrazione 5 stelle, nello specifico il Sindaco e il consigliere Antonio Gatto, protagonisti di un palese caso di conflitto di interessi che, in assoluta libertà di coscienza e, legittimamente, il sottoscritto è stato tra i primi a denunciare alla cittadinanza. Ebbene, quale occasione migliore come quella attuale, da clima di (quasi) inizio campagna elettorale per le future elezioni regionali, per denigrare, affossare con notizie fuorvianti, imprecise ed opinabili, probabili ed evidentemente, temuti, avversari politici come il sottoscritto avvocato Rocco Fuina?
A cosa servirebbe, sennò, esternare un “P.A.P.” (pensierino a piacere…perché così considero descrivere l’articolo dei “grandi” cinquini pisticcesi) sottoscritto – genericamente - da “5 stelle Pisticci” – senza alcun nome e cognome in calce all’articolo contestato – se non per “sporcare e macchiare di infamia” l’attività e la passione politica che mi contraddistingue?
In questo modo esprimo la mia opinione! Potrei anche sbagliarmi ma esterno ciò che penso. Così come penso che, questa “(pseudo) strategia militare” adottata per “abbattermi o danneggiarmi” non possa creare nulla se non un effetto bumerang e, pertanto negativo, solo per gli stessi “cinquini”…tanto che, già il consigliere Francesco Quinto (M5S pisticcese) ha già preso le distanze dai redattori dell’articolo contestato.

Intervento firmato
Avv. Rocco Fuina