22Settembre2019

 

Sei qui: Home Politica Tutto è bene ciò che finisce bene
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Tutto è bene ciò che finisce bene

Un detto che potrebbe calzare a pennello in merito all’acquisto di un nuovo plotter per l’ufficio tecnico di Pisticci. Se non ci fossero però seimila euro di soldi pubblici sprecati!
Una somma che in tempi di ristrettezze e di accuse alle vecchie Amministrazioni d’incuria e spreco, non sono certo da buttare via.
Riconosciamo comunque all’Amministrazione pentastellata, di aver dato la giusta attenzione alla nostra critica pubblicata a Marzo in cui denunciavamo la spesa di seimila euro per stampe fatte fare in un negozio di Policoro con affidamento diretto e suggerivamo di acquistare un plotter per ridurre le spese future.
Apprezziamo di meno l’immediata replica in stile pentastellato pubblicata il giorno dopo.
Il comunicato di risposta, pieno di accuse verso le precedenti Amministrazioni, non ha giustificato tale spesa ma ha rilanciato con veemenza il concetto, tanto caro alla Giunta Verri, di non riconoscere mai i propri errori.
Sarebbe stato meglio rimanere almeno una volta sul tema e ammettere la propria incapacità.
Ora però in questa storia, potrebbe aggiungersi una parte comica. Addirittura le stampe sembra non siano state fatte nei formati standard e pertanto poco leggibili in caso di emergenza.
Probabilmente bisognerà rifarle per renderle utili nei momenti concitati in cui servirà consultarle.
Ecco dunque, che dopo i fulmini e le saette lanciate contro Italia in Comune e la Lista dei Cittadini, ree di aver denunciato all’opinione pubblica l’ennesimo spreco di denaro pubblico, come per incanto in data 31/07/2019, con determina dirigenziale n° 113, si autorizza l’acquisto di un plotter, che arriverà da un fornitore di Udine, per un costo di 3535,56.
Siamo contenti che finalmente si sia accolta la nostra indicazione. Lo siamo meno se pensiamo che sono stati letteralmente buttati al vento seimila euro prima di diventare ragionevoli e che tale decisione sia stata preceduta da annunci di nuove spese per future fotocopie e stampe necessarie per completare l’iter del Regolamento Urbanistico.
Per carità! Cambiare idea, ravvedersi, è segno di maturità. Ma lo è di più ammettere i propri errori.

Lista dei Cittadini
Italia in Comune Sezione di Pisticci