20Settembre2020

 

Sei qui: Home Politica A Tinchi qualcosa inizia a muoversi, ma non è abbastanza
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

A Tinchi qualcosa inizia a muoversi, ma non è abbastanza

Dopo annunci infondati e smentite ufficiali, dobbiamo registrare una prima (vera) notizia positiva per il nostro nosocomio.
L'ASM, recependo le linee guida della Regione, ha istituito, infatti, 4 Unità Speciali Anti Coronavirus presso gli Ospedali di Tinchi, Tricarico, Stigliano e Matera.
In tali Unità Speciali opereranno una ventina di medici della continuità assistenziale, 7 giorni su 7, dalle ore 8 alle 20.
Compito delle unità anti coronavirus è potenziare l'azione di contrasto alla diffusione del Covid direttamente sul territorio.
Nello specifico, i medici reclutati effettueranno l'assistenza e/o il monitoraggio di:
- pazienti affetti da COVID-19 che non necessitano di ricovero ospedaliero;.
- pazienti con sintomatologia respiratoria sospetta in attesa di effettuazione di tampone nasofaringeo già segnalati e presi in carico dal servizio di Sanità Pubblica;
- conviventi di pazienti affetti da COVID-19 in isolamento domiciliare obbligatorio.
L’ambito di competenza di TINCHI comprende i comuni di BERNALDA, PISTICCI, POLICORO, SCANZANO, NOVA SIRI, MONTALBANO, RORONDELLA, COLOBRARO E SAN GIORGIO.
È sicuramente un primo segnale importante che questa struttura non è stata dimenticata, e che le istanze di cittadini ed istituzioni unite (ricordo infatti che ben 15 primi cittadini si sono uniti per chiedere con forza la riapertura di queste strutture) cominciano ad essere recepite dalle istituzioni superiori.
Pur costituendo uno strumento di potenziamento dell'attività di monitoraggio, prevenzione e controllo sulla diffusione del corona virus, purtroppo per gli Ospedali di Tinchi, Tricarico e Stigliano non sono previsti posti letto, per cui l'azione messa in campo dalla Regione sembra ancora dettata dall’emergenza, senza sottendere ad una visione strategica complessiva per poter fronteggiare efficacemente la pandemia.
Varie, infatti, le possibili soluzioni che permetterebbero un efficace potenziamento della sanità Lucana: oltre allo sfruttamento delle strutture ospedaliere del Materano (Tinchi, Stigliano e Tricarico) per il ricovero di pazienti affetti da COVID-19 in condizioni stazionarie che non richiedono la terapia intensiva, le ultime disposizioni normative dettate per l’emergenza nazionale, rendono possibile una riattivazione degli stessi Ospedali al fine di favorire un decongestionamento degli ospedali di Potenza e di Matera, che sono attualmente le strutture di punta per la lotta al COVID-19.
Tale ultima soluzione è in piena sintonia con le recenti linee guida del Ministero della Salute, che invitano le Regioni alla riapertura e alla valorizzazione delle strutture ospedaliere chiuse o presenti sul territorio.
Su questa linea noi continueremo a ribadire con forza che Tinchi deve riaprire.

Il Sindaco
Viviana Verri