02Luglio2020

 

Sei qui: Home Politica La replica della sindaca Viviana Verri sulla sentenza del Consiglio di Stato e alcune precisazioni sull’attività amministrativa
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

La replica della sindaca Viviana Verri sulla sentenza del Consiglio di Stato e alcune precisazioni sull’attività amministrativa

Pronta la replica del sindaco Viviana Verri alla nota congiunta della opposizione in Consiglio Comunale (Lista dei Cittadini, Italia in Comune e Forum Democratico) con la quale si rendeva noto che il Consiglio di Stato, con sentenza del 1° aprile, aveva rigettato il ricorso del Comune confermando la precedente decisione del Tar di Basilicata che aveva dichiarato la illegittimità della delibera di approvazione della tariffa Tari per l’anno 2017.
Nella nota si chiedeva al Sindaco di far conoscere come si intendeva intervenire per rimborsare imprese, commercianti, artigiani e famiglie che a suo tempo avevano dovuto pagare un consistente aumento della tariffa Tari 2017. Una decisione, quella di approvare la delibera di aumento della Tari che, secondo le opposizioni, fu presa dalla Amministrazione 5 Stelle nonostante i richiami della intera minoranza consiliare, ma anche di altre forze politiche extra consiliari.
Sempre secondo i gruppi di minoranza, a seguito della sentenza che ha confermato la illegittimità del comportamento della amministrazione, si porrebbe oggi la rilevante questione della tenuta finanziaria dell’ente che se da un lato dovrà garantire la restituzione di somme ai cittadini/contribuenti, dall’altro dovrà provvedere ad adottare misure idonee per evitare il dissesto finanziario. Da quì, inoltre, la richiesta al sindaco di dare spiegazioni sul perché abbia deciso di impugnare la sentenza del Tar con un esborso di oltre 15 mila euro a un professionista esterno e di chiarire in consiglio comunale quali azioni l’amministrazione ha messo o intende mettere in campo per affrontare questa complicata situazione e se sono state accantonate somme che possono evitare di aggravare la già precaria condizione economica.
Il sindaco Verri ha innanzitutto precisato che la sentenza del Consiglio di Stato non è ancora passata in giudicato e che quindi non è definitiva, ma non per questo non si starebbero valutando i possibili effetti che la cosa potrà avere sul bilancio comunale e che, di concerto con gli uffici preposti si starebbero esaminando i comportamenti da assumere sulla eventuale restituzione della somma e, nello stesso tempo, garantire gli equilibri di bilancio. La questione, comunque, sarà affrontata nel prossimo consiglio comunale.
Per quel che concerne invece il danno erariale paventato, Verri ha ribadito che la cosa non si pone affatto, in quanto “nessuno di noi, ha precisato, ha intascato somme” e che comunque le tariffe a suo tempo approvate, con la nuova amministrazione insediata da poco, miravano esclusivamente a fronteggiare la situazione e, nel contempo a dare un servizio migliore e più efficiente alla città.
La sindaca inoltre, ha colto l’occasione per informare la cittadinanza sulla attuale attività amministrativa del Comune, soffermandosi in particolare sui lavori del I° stralcio viabilità e parcheggi ai lidi, sull’importante progetto di riqualificazione di Piazzetta Menotti del rione Dirupo, sul rifacimento della viabilità urbana di Marconia con l’ampliamento di via Nazionale e la riqualificazione del Palazzetto dello Sport sempre a Marconia.
Inoltre, ha informato sull’approvazione del progetto per il Centro Diurno per Disabili a Marconia, vera novità per la categoria e la città, da ubicare nella ex sede delle Poste, ed infine i lavori lungo tratti della viabilità rurale dell’agro ed in particolare quella che riguarda la zona Coppo. Ultima informazione, la riapertura dei mercati giornalieri e settimanali, già dalla settimana scorsa, mentre si starebbero valutando possibilità circa la ripresa di quelli mensili.

Michele Selvaggi