22Maggio2019

 

Sei qui: Home Politica Barriere architettoniche, Adam chiede aggiornamenti al Comune
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Barriere architettoniche, Adam chiede aggiornamenti al Comune

Sembrava cosa fatta, questione di pochi giorni, il tempo di predisporre i necessari documenti. A due mesi da quando l'Amministrazione comunale, seduta in carrozzina per un'insolita passeggiata organizzata dall'Associazione Diversamente Abili Marconia (A.D.A.M.), assunse dei precisi impegni sull'eliminazione delle barriere architettoniche, si registra ancora uno stallo. A farlo notare è Angelo Florio, presidente dell'associazione, che oggi chiede “pubblicamente, a mezzo stampa, di conoscere dall'Amministrazione Comunale di Pisticci lo stato dell'arte circa i lavori di adeguamento delle Barriere Architettoniche nel territorio comunale, in virtù delle numerose sollecitazioni da me fatte, ed anche in relazione a gli impegni che gli amministratori avevano preso durante la manifestazione tenutasi lo scorso 28 luglio. Come Presidente resto in attesa di informazione al fine di poter partecipare ai Soci tutti”.
Nell'occasione, sia il primo cittadino che l'Assessore ai lavori pubblici, servizi sociali, istruzione ed educazione civica, Francesco D'Onofrio, promisero che avrebbero fatto partire immediatamente delle lettere indirizzate ai Dirigenti, chiedendo loro di procedere con una mappatura degli edifici aperti al pubblico non a norma secondo le disposizioni vigenti in materia. Sulla base del censimento sarebbero state inviate le opportune richieste a provvedere il prima possibile all'adeguamento alle prescrizioni contenute nella Legge 13/89 e nel relativo Regolamento di attuazione (D.M. 236/89), che stabiliscono i termini e le modalità attraverso cui deve essere garantita l'accessibilità ai vari ambienti, con particolare attenzione ai luoghi pubblici.
L'accessibilità urbana non rappresenta l'unica questione su cui i soci fanno fronte comune. Fino ad ora, infatti, il curriculum di Adam vanta molte battaglie, alcune combattute a colpi di multe morali per gli automobilisti indisciplinati che occupano i posti riservati, altre con richieste formali agli uffici preposti, senza dimenticare l'attività quotidiana di presidio del territorio ed alcune iniziative di sensibilizzazione come la Giornata del disabile.
Il tema delle barriere architettoniche, però, è certamente il più spinoso, nonostante in Italia sia stato affrontato fin dal 1967, quando una circolare del Ministero dei Lavori pubblici le definì come "gli ostacoli che incontrano individui fisicamente menomati nel muoversi negli spazi urbani e negli edifici: ostacoli costituiti essenzialmente da elementi altimetrici che si incontrano lungo i percorsi (gradini, risalti, dislivelli, scale ecc.) ovvero da esiguità di passaggi e ristrettezza di ambienti (strettoie, cabine di ascensori, apertura di porte ecc.)".
A luglio si fece notare che a Pisticci centro si sarebbero potuti raggiungere risultati con una certa difficoltà, considerando la sua particolare e datata configurazione. Sulla frazione di Marconia, invece, si spesero parole ottimistiche, ad oggi, però, ancora disattese.

Marika Iannuzziello