21Luglio2019

 

Sei qui: Home Politica Fuina chiede conto di regolamento urbanistico e cinema a Marconia
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Fuina chiede conto di regolamento urbanistico e cinema a Marconia

Il punto della situazione su regolamento urbanistico e cinema a Marconia. Ha chiesto di farlo l’ex presidente del  Consiglio comunale, Rocco Fuina, nella sua veste di consigliere comunale.
Nella sua interrogazione con richiesta di risposta scritta, Fuina si è rivolto al Prefetto di Matera, al segretario comunale, al sindaco Di Trani ed all’assessore all’urbanistica De Sensi, chiedendo riscontri nei 15 giorni di legge.
Il particolare, sul regolamento urbanistico, Fuina chiede “lo stato dell’arte afferente il lavoro svolto sino ad ora dalla attuale amministrazione e dagli uffici competenti in ordine alla eventuale adozione del nuovo Regolamento Urbanistico; se sia stato effettuato il calcolo relativo al Bilancio Urbanistico e se, quest’ultimo, sia stato redatto per iscritto affinchè se ne possa prendere visione e copia; il numero di lottizzazioni private approvate e da approvare in giunta nella costanza dell’amministrazione vigente e, i relativi proprietari/investitori, in assenza della adozione del relativo Regolamento; quali soluzioni tecniche, se vi fossero, l’attuale amministrazione, vorrebbe adottare in ordine ai problemi relativi ai comparti c.d. “C1-C2-C3”; se, e quali, i motivi tecnici che ostano alla mancata adozione del nuovo Regolamento Urbanistico”.
Relativamente al cinema comunale di Marconia si chiede “lo stato dell’arte relativo il lavoro svolto sino ad ora dalla attuale amministrazione comunale in ordine alla eventuale apertura del suddetto Cinema in Piazza Elettra Marconia; i motivi tecnici per cui, anziché bandire pubblicamente una gara d’appalto, si è preferito sposare l’ipotesi della trattativa privata; se, e quali, i motivi tecnici che ostano alla mancata apertura; i tempi per la eventuale apertura al pubblico”.
“La presente richiesta – conclude Fuina - ha natura di formale messa in mora. Non ottemperando nei modi e termini stabiliti si adiranno le vie legali più opportune”.