24Novembre2017

 

  • image
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Stropolo di Basilicata Vela chiude al V posto la Brindisi-Corfù 2017

Un quinto posto in rimonta che non dice tutto sul reale potenziale di barca ed equipaggio, ma che, in ogni caso, accontenta Filippo Vena. E' quello conseguito da Stropolo alla 32esima edizione della Brindisi-Corfù, la storica regata velica fondata nel 1986 che, nel tempo, ha acquisito sempre maggiore prestigio estendendo il suo coinvolgimento geografico a tutta la Puglia e alle principali coste della Grecia.
La regata ha visto l'affermazione di Shangri-La II, armata da Guido Montali, davanti a Menzoniero dell'armatore Guido Milella. Al terzo posto Evy 3, armata da Antonio Serafino.
"Purtroppo – ha commentato il presidente di Basilicata Vela - il risultato è il meglio che si poteva fare, considerando che è stato fatto in rimonta. Dalla partenza a Otranto, infatti, l'utilizzo del gennaker non ha permesso un buon passo. Invece, con lo spinnaker e un rinforzo del vento, la musica è cambiata". Questione di vele, dunque, ma anche di equipaggio. "Lo abbiamo messo insieme per la circostanza – ha spiegato Vena- e va tenuto conto che aveva poche ore di allenamento: i ragazzi hanno dato il massimo con poche distrazioni, una delle quali proprio all'arrivo, e molta attenzione".
Insomma, soddisfatto ma non entusiasta. Questo sembrerebbe essere lo stato d'animo di Vena che, però, ha incassato un ottimo quinto posto: un piazzamento appena inferiore al quarto posto ottenuto da Basilicata Vela nell'edizione del 2014, quando ai nastri di partenza per il circolo pisticcese c'era Karma. Per la cronaca, l'equipaggio di Stropolo era composto da Tommaso Muliero, Danilo Ruffino, Enzo Ricciuti, Nino Muliero, tutti di Pisticci e di Basilicata vela, ai quali si sono aggiunti, grazie alla collaborazione con la Marina Militare, Antonello Basile, Giuseppe Ciraci e Alessandro Fuina. Infine, ma non certo per ordine d'importanza, le due imbarcazioni del Circolo Velico Lucano di Policoro: Alakaluf è giunta 46esima, mentre Aumm Aumm 60esima.

Piero Miolla
La Gazzetta del Mezzogiorno

   

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione ed inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su "Policy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.