20Agosto2019

 

  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Titolo regionale e salto di categoria per Franco Buglione

Un titolo regionale che ha portato in dote anche la promozione nella categoria superiore. L’ha conquistato il tiratore pisticcese Francesco Buglione nell’ultima tappa del campionato regionale di skeet, disputatosi a Ferrandina.
Laureandosi campione regionale nella Seconda categoria, infatti, Buglione è stato di diritto promosso nella Prima, dove gareggerà a partire dalla prossima stagione agonistica. Un titolo di vice campione d’Italia nel 2015, il tiratore pisticcese con il successo nel centro aragonese ha chiuso un anno straordinario, caratterizzato da due podi in Gran Premi nazionali, precisamente un secondo ed un terzo posto. Ai quali si è aggiunta la vittoria finale nel regionale, con la conquista del titolo e il passaggio alla Prima categoria.
“Che dire? Sono davvero molto soddisfatto – ha commentato – perché il titolo regionale è il coronamento di una stagione molto positiva per me, sia a livello locale che fuori dai confini regionali. Il mio motto è sempre stato e sempre sarà rispetto per  tutti, ma paura di nessuno – ha spiegato il tiratore di Pisticci – e credo che con questa filosofia, gli allenamenti costanti e soprattutto la voglia di continuare a praticare questo splendido sport, seguiterò a divertirmi e, lo spero vivamente, anche ad ottenere risultati di un certo rilievo”.
Tra i risultati più prestigiosi conseguiti sin qui da Buglione, spicca certamente il secondo posto ottenuto nel Campionato Italiano Individuale di Skeet, Formula Fitav, disputato sul campo “Cascata delle Marmore” ad Acquasparta, in provincia di Terni, nel 2015. Poi una lunga sequenza di vittorie di tappa nei veri tornei regionali, culminati, quest’anno, nel titolo vinto di recente a Ferrandina con annessa promozione.
Per l’atleta pisticcese, dunque, il 2017 è stato un anno davvero da incorniciare.

Piero Miolla