16Ottobre2018

 

  • image
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Si ferma in semifinale l’assalto di Salvatore Lavecchia alla cintura di campione nazionale di boxe

Sul ring unico del Centro Sportivo dell'Hotel Roccaporena & Margherita a Roccaporena frazione di Cascia, Salvatore Lavecchia perde il suo incontro di sabato contro il sardo Gabriel Ebhodaghe e abbandona le speranze di portare a Pisticci la cintura di campione italiano.
Dopo aver vinto per il secondo anno consecutivo i campionati regionali di Puglia e Basilicata, Salvatore è approdato alla kermesse nazionale più importante, dove lo scorso anno si fermò sempre in semifinale.
Battuto abbastanza agevolmente giovedì pomeriggio il marchigiano Christian Camaioli, per Lavecchia si sono aperte le porte della semifinale, dove però nulla ha potuto contro il preparatissimo avversario che ha sconfitto, aimè, il nostro pugile.
Salvatore, ha iniziato la prima ripresa sornione così come il suo rivale, che però se l’è aggiudicata secondo i giudici non apparsi del tutto convincenti.
La seconda ripresa è stata appannaggio del pugile pisticcese che però per via di un richiamo, ha dovuto “accontentarsi” di un pari.
Decisamente più dinamico il terzo round in cui Lavecchia ha tentato il tutto per tutto; il pugile locale ha cercato di colpire duro l’avversario, accelerando e tenendo a distanza Ebhodaghe, ma non è bastato per ribaltare il verdetto.
In effetti Lavecchia, incitato al sul angolo dal maestro Pierpaolo Muliero, avrebbe potuto gestire meglio la seconda ripresa dove, un “frettoloso” richiamo e un “generoso” conteggio dell’arbitro che lasciano molte perplessità, lo hanno probabilmente distratto.

Il nostro pugile in effetti questa volta avrebbe comunque potuto fare qualcosina in più se si considera la prestanza fisica superiore a quella del suo avversario. Tecnicamente non è stato impeccabile, ha preso poco l’iniziativa, aspettato troppo rifugiandosi all’angolo quando avrebbe potuto e dovuto attaccare il suo non irresistibile rivale.
Verosimilmente il richiamo e il conteggio sono apparsi un po’ esagerati, in quanto il colpo subito non è sembrato tale da far iniziare il conteggio e il richiamo è stato il frutto di svariati corpo a corpo in cui spesso si rifugiava Ebhodaghe.
Detto questo, l’essere arrivato nuovamente tra i primi quattro in Italia, resta comunque un risultato di prestigio. Adesso ci sarà il salto di categoria, dove Salvatore toglierà il caschetto e diventerà “èlite”.
L’asticella si alza ancora per lui e il suo mastro che a fine incontro si dichiara rammaricato per la sconfitta, così come amareggiato è Salvatore che ci teneva tantissimo a portare la cintura a Pisticci.
Il boxeur pisticcese ringrazia tutti quelli che lo hanno sostenuto in questa esperienza, in particolar modo il suo maestro e si dice non del tutto convinto dell’andamento arbitrale, sebbene accetti onorevolmente la sconfitta.
Peccato dunque per come è andata perché la vittoria del torneo avrebbe potuto aprire nuove porte e dato nuove possibilità a un movimento che sta crescendo nonostante la carenza di strutture adeguate. Non dimentichiamo che i due spesso compiono sacrifici enormi con allenamenti non da tutti e che per gareggiare su un vero ring devono necessariamente spostarsi in quel di Taranto o di Potenza.
Si sa che nello sport così come nella vita tutto fa esperienza e questa esperienza avrà sicuramente insegnato al nostro pugile dove, come e cosa migliorare.

Alessandro Lopergolo

""""""""""""""""""""