20Settembre2018

 

  • image
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Una bellissima esperienza americana per Rocco Settembre

E’ terminata l’esperienza americana per il baby difensore pisticcese Rocco Settembre. La compagine di cui ha fatto parte, FGA Soccer Academy-Giovani Promesse, si è classificata in terza posizione, risultato di tutto rispetto, tenuto conto che era alla prima partecipazione in questo prestigioso torneo. Si è confrontata con equipe composte da giocatori sudamericani quasi tutti nel giro nazionale nei loro rispettivi paesi e ha disputato le partite in un clima ostile dal punto di vista delle temperature accompagnate da un elevato tasso di umidità, tanto che gli organizzatori avevano disposto che per ogni tempo delle partita, fosse osservato un time-out di tre minuti per permettere ai giocatori di rifocillarsi. 
La FGA Soccer Academy-Giovani Promesse ha pagato caro, causa probabilmente l’emozione, i primi cinque minuti della prima gara, nei quali ha subito due goal che hanno impedito, per quasi tutto il primo tempo, di entrare in partita. Nella ripresa però i ragazzi hanno tirato fuori tutto l’orgoglio nazionale e ripreso in mano le redini del gioco. Infatti a pochi minuti dall’inizio del secondo tempo hanno accorciato le distanze con un goal di Manuel Penna e dopo aver subito il 3-1 sono andati nuovamente in goal, sempre con Penna, dando vita negli ultimi minuti ad un vero e proprio tiro a segno nella porta avversaria. Solo il destino ha impedito loro di ottenere il pareggio. A questo si deve aggiungere l’infortunio di Esposito, il vero motore della squadra, che durante il riscaldamento nel pré-partita contro la Italian Soccer Accademy, che ha poi vinto il torneo, ha avvertito un forte dolore al ginocchio destro che lo ha costretto a stare fuori per il resto della competizione.
Il coach Gianmaria Lertora, intervistato, dice “Devo ringraziare tutti i ragazzi che hanno fatto parte della squadra, perché hanno dato vita a delle prestazioni straordinarie contro avversari molto ben preparati, ben messi fisicamente e abituati a giocare con quel clima torrido. Voglio ringraziare tutti i genitori che ci hanno accompagnato in questa fantastica avventura, la loro disponibilità e la loro sensibilità mi hanno permesso di gestire al meglio ogni tipo di situazione. Non amo parlare dei singoli, lo faccio raramente e soprattutto in questa situazione ognuno di loro meriterebbe una menzione, però voglio spendere due parole per Rocco Settembre. Il ragazzo ha sin da subito dimostrato di aver meritato questa convocazione, costante in tutte le partite, si è superato quando gli ho chiesto di marcare a uomo, in perfetto stile anni 70, un nostro avversario, Rodriguez, capocannoniere del torneo, attaccante di mia conoscenza, che aveva già segnato 6 goal in due gare. A fine gara mi sono complimentato con lui, nominandolo Uomo Partita, perché in modo molto ordinato e senza commettere falli lo ha praticamente annullato per tutta la gara. Rocco è sicuramente un difensore di spessore.  Grazie anche a Giovani Promesse che ha condiviso con noi questa avventura. Infine voglio augure un buona e veloce guarigione a Peppe Esposito,  con il suo contributo avremmo sicuramente potuto fare di più”. 
Giulio Iacovino, Legale Rappresentante di Giovani Promesse e Mister in seconda al Torneo, dice: “Anche io mi voglio complimentare con tutti questi fantastici ragazzi e con  i loro genitori. Insieme abbiamo affrontato questa prima esperienza americana e fortunatamente tutto è andato bene. Per quanto riguarda Settembre devo ammettere che il ragazzo è veramente in gamba. Un difensore di qualità e quantità che ha mostrato un rendimento costante in tutte le gare disputate al torneo, superlativo nella marcatura su Rodiguez. Merita sicuramente di giocare in una buona squadra”.
Queste le parole del baby pisticcese Settembre: ”Bellissima esperienza che arricchisce il mio bagaglio calcistico, porterò questo ricordo sempre con me. Grazie ad Andrea Cabrini e Giulio Iacovino di Giovani Promesse, grazie al coach Gianmaria della FGA Soccer Academy che sin da subito mi ha mostrato fiducia e grazie ai miei compagni di squadra che ricorderò per sempre. Ora non resta che programmare il mio prossimo futuro, un sogno ce l’ho, ma è prematuro parlarne”.