21Marzo2019

 

  • image
  • Avv. Giuseppe Miolla
  • Avv. Alessandra D'Angella
  • image
  • Geom. Mario Petracca
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Pisticci: la guida tecnica a De Cesare. Sarà allenatore e giocatore

La gestione tecnica del Pisticci è stata affidata a Ciro De Cesare. Il bomber gialloble svolgerà doppio ruolo di allenatore e giocatore. A lui il compito di cercare la salvezza nelle sfide play out. Domenica la gara di battesimo con il Fortis Murgia. Ma l’ultima ci campionato sarà solo un assaggio in attesa delle due vere prove del fuoco, immediatamente inappellabili. La scelta di sostituire Fortunato con De Cesare, proprio dopo che i due avevano visto scendere a minimi termini i loro rapporti fino alle dimissioni del tecnico, è stata presa dalla società che ha consultato lo spogliatoio e lo stesso attaccante. Per De Cesare è la prima assoluta da tecnico.

“Abbiamo ufficialmente conferito a De Cesare – annuncia il vice presidente Domenico Albano – la direzione tecnica della squadra. Avrà responsabilità di gestione e di scelta. Ha assicurato di poter portare a termine la stagione nel migliore dei modi, ha accettato di mettersi in discussione in prima persona e noi gli diamo fiducia”.
Ieri il bomber, quasi 40 anni e numerose esperienze nei professionisti fino alla serie A, ha condotto il primo allenamento nella veste ufficiale di allenatore  e giocatore, poi le prime dichiarazioni nella nuova veste. “Ho accettato di giocarmi tutto – dice il bomber senza peli sulla lingua – e, con la società, ho messo i miei soldi sul banco. Forse è una situazione più grande di me, ma avendo ricevuto delle accuse che non corrispondono a verità ed alle quali adesso preferisco non rispondere, credo sia corretto dovermi assumere la responsabilità di decidere. Gli sviluppi sono stati molto rapidi negli ultimi giorni, ma per il momento sono soddisfatto perché vedo nella squadra l’atteggiamento giusto. Ci stiamo allenando con grinta, voglia e determinazione. La squadra non ha subito contraccolpi psicologici, perché è cosciente di tutti i passaggi e la società ha ascoltato lo spogliatoio”. Cambierà qualcosa in campo? “Ho già spiegato – aggiunge De Cesare – che tatticamente, almeno in partenza, non cambierà nulla. Poi vedremo. Solo che dobbiamo giocare qualche metro più avanti ed essere più cattivi. Questa, comunque, è una settimana tranquilla, la parte più dura inizia dopo l’ultima di campionato, quando dovremo preparare le sfide play out. Ma da questo momento, qualunque cosa accade, ne sono responsabile in prima persona. La squadra non c’entra nulla. E’ la prima volta che mi trovo in questa situazione e non avrei ma immaginato di dover allenare, tanto più da giocatore, ma dopo quello che è accaduto ho deciso di prendermi questa patata bollente, perché non è certo facile iniziare alle soglie dei play out. Può accadere di tutto, ma ho comunque scelto di prendere un impegno in prima persona con la società. Potevo andare via, anche a dicembre, e non l’ho fatto perché qui sto bene. Ho scelto d rischiare da solo come da solo ho fatto 15 gol, senza schemi alle spalle e senza dover ringraziare nessuno”.
Sulle capacità di guida tecniche parlerà il tempo, quello che di certo non manca a De Cesare sono chiarezza e coraggio. Sarà la scommessa giusta per ottenere il massimo da questo decisivo scorcio di stagione?