07Dicembre2019

 

  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Da Metaponto a Torino sponda Juventus: Simone Zaza è bianconero

Il primo lucano nella storia a vestire la maglia bianconera della Juventus è Simone Zaza. Il giocatore di Metaponto, infatti, è stato acquistato dalla società piemontese e si è unito al gruppo vice campione d'Europa per iniziare la preparazione alla prossima stagione sportiva. Nel weekend  a Torino c'è stato lo ZazaDay, con la presentazione ufficiale del talento lucano, nato e cresciuto nel cuore della Magna Grecia e trasferitosi a Bergamo  per inseguire il sogno di diventare un campione: "Si è avverata la mia più grande aspirazione- afferma Zaza durante la conferenza di presentazione - quella di giocare in una grande squadra. Ora devo affermarmi e diventare il giocatore che vorrei essere. Sono un calciatore della Juventus, ma devo dimostrare sia agli altri che a me stesso di essere un giocatore da Juventus".
Simone Zaza ha scelto la maglia con il numero 7, lo stesso cucito sulla maglia della Nazionale, altro grande traguardo del bomber lucano nella sua carriera da professionista. Il giocatore metapontino ha già indossato i colori bianconeri: è proprio con la casacca dell'Ascoli, infatti, che Zaza è emerso, realizzando 18 gol in 35 partite nella stagione a cavallo tra il 2012 e il 2013. Il campionato cadetto saluta il talento lucano che, nella successiva stagione, viene acquistato dalla Juventus che versa nelle casse della Sampdoria, detentrice del cartellino, 3,5 milioni di euro. Simone viene girato in compartecipazione al Sassuolo: la città emiliana si rivela fondamentale per la crescita del giovane Zaza che resterà per sempre nella storia del club neroverde, avendo realizzato il primo gol assoluto del Sassuolo in Serie A (Sassuolo - Livorno 1-4).
In due anni di permanenza al "Mapei Stadium" Zaza colleziona 64 presenze, condite da 20 gol. In Nazionale, invece, la prima chiamata arriva in occasione dell'amichevole di agosto 2014 con l'Olanda, mentre il primo gol azzurro Simone lo mette a segno ad Oslo, in Norvegia, contro la squadra scandinava. Ora per lui c'è la Juventus, formazione quest'anno impegnata in Champions League, campionato italiano e Coppa Italia: la stagione 2015\2016 costituisce l'anno zero per Zaza che potrà finalmente confrontarsi con campioni indiscussi e team di caratura internazionale.
Nell'attesa di questi indimenticabili momenti sportivi, Zaza ha visitato le strutture bianconere, mentre una folla crescente si è accalcata all'esterno dello Juventus Store per dare il benvenuto al nuovo numero 7 bianconero. Durante la conferenza stampa, il giornalista Luca Pasquaretta, penna de Il Messaggero e anche lui originario della Basilicata ha chiesto a Zaza se fosse orgoglioso di essere  il primo lucano nella storia del club juventino: ""Sì, sicuramente. La nostra regione non è molto conosciuta, perciò sono molto orgoglioso di questo. Sono molto legato alla mia terra" ha risposto il bomber di Metaponto con un sorriso.
Il giocatore ha appena concluso le sue vacanze tra Metaponto e Bernalda e, in questi anni, si è legato alla comunità pisticcese in due occasioni: prima  incontrando i giovani ragazzi iscritti allo Sporting Soccer 2014, accompagnati da Don Antonio Di Leo, poi diventando il testimonial della StraMarconia 2014, evento podistico contro il cancro organizzato dall'Associazione "Emanuele Angelone 11e72.
Tutti gli sportivi lucani, bianconeri e non, augurano a Simone Zaza di poter realizzare una grande stagione, magari zittendo i gufi che, come accade in ogni storia di successi, non mancano mai.

Andrea Cignarale