27Marzo2017

 

  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Migliorano condizioni meteo, ma la prossima settimana torna la neve

ore 19.40 - 11 gennaio - "Lentamente, ma in maniera costante migliorano le condizioni meteo su tutta le Regione. Totale assenza di precipitazioni prevista nei prossimi giorni, ma le temperature restano sotto lo zero". E' quanto si legge in una nota della Protezione civile della Regione Basilicata. "La minima si è registrata nella zona Abriola Sellata con il termometro che è sceso a meno dieci gradi, meno sette a Terranova del Pollino, meno sei a Castelsaraceno, i due capoluoghi segnalano meno tre a Potenza e meno uno a Matera. Transitabili tutte le strade statali e provinciali anche se è necessario munirsi di pneumatici da neve o di catene. Intanto si apprende che è prevista una ripresa delle nevicate già dall’inizio della prossima settimana, anche se saranno fenomeni molto meno consistenti rispetto ai giorni scorsi".

Ecco una prima anticipazione pubblicata oggi sul sito ilmeteo.it:

E' appena passata, anche se gli effetti si fanno ancora vedere, la storica ondata di gelo artico, che ecco, un altro attacco polare si prepara a raggiungere l'Italia. Andiamo con calma e vediamo cosa potrebbe succedere.
SITUAZIONE DAL 14 GENNAIO - Da Domenica 15 gennaio, l'alta pressione delle Azzorre si sposterà verso l'Atlantico, favorendo l'arrivo di aria gelida direttamente dalla Scandinavia. La traiettoria dell'aria però, non sarà orientale o nordorientale, come la precedente, ma più settentrionale.
CONSEGUENZE - Con questa configurazione le possibilità possono essere molte, noi ci soffermeremo su quelle più probabili. Innanzitutto, l'ingresso di aria artica da Settentrione porterà alla formazione di centri di bassa pressione, posizionabili or ora sul medio/bassoTirreno e in spostamento verso il medio/basso Adriatico. Se avvenisse questo il tempo peggiorerebbe su tutto il Centro-Sud, parte dell'Emilia Romagna, inizialmente anche sul Triveneto, e con neve che potrebbe scendere fino in pianura su Nordest, Marche, Lazio, Toscana, più tardi su Abruzzo e Molise.
E' QUESTIONE DI MINIMO - Appunto, è questione di minimo, ossia dove si formerà e dove si posizionerà. A seconda della sua localizzazione infatti potranno essere interessate regioni diverse da quelle prima dette. Sostanzialmente, più il minimo è alto, ossia sito sui mari settentrionali, e più vi è la possibilità che anche il Nord sia coinvolto dalle nevicate. Al contrario, sarà ancora una volta il Centro-Sud a rivedere la neve.
TEMPERATURE - Dopo una breve fase in cui queste aumenteranno di qualche grado, ecco che torneranno a diminuire sensibilmente dal 15 gennaio e nei giorni successivi quando il freddo artico dilagherà su tutto il Nord, il Centro e parte del Sud.

ore 22.00 - 10 gennaio - Quello che ha interessato anche il territorio di Pisticci a partire dalle ore 19.00 circa di questa sera potrebbe essere l'ultimo colpo di coda della eccezionale ondata di neve che ha interessato il sud Italia con particolare riguardo alla Puglia ed alla Basilicata. Nel bollettino che segue, infatti, la protezione civile annuncia un progressivo miglioramento delle condizioni meteo.
Nel frattempo, tuttavia, la neve è tornata a farsi rivedere interessando questa volta la parte ovest del territorio lucano, con Pisticci comunque coinvolta nel fenomeno. Nel centro jonico strade nuovamente imbiancate in seguito ad una nevicata di diverse ore, con fiocchi piccoli che hanno riportato al suolo una manciata di centimetri di neve che ha richiesto nuovi interventi di pulizia delle strade.

prosegue, nel frattempo, l'attività di rifornimento idrico in seguito al nuovo guasto sulla linea del Frida patito da Acquedotto Lucano e causa, dal pomeriggio, di interruzioni del servizio in numerosi centri abitati, fra i queli Pisticci centri. Nei giorni scorsi un guasto aveva interessato la conduttura proveniente dal Pertusillo interessando gli altri centri abitati e alle campagne del territorio pisticcese. Il Nov di Protezione Civile si è attivato per andare incontro alle esigenze di approvvigionamento idrico. Si spera che la situazione possa iniziare a regolarizzarsi da domani.

Il quadro meteo per i prossimi giorni, si diceva, non sembra celare particolari criticità, anche se le temperature rimarranno rigide: “In costante miglioramento le condizioni meteo su tutta la Regione. Previste per domani deboli nevicate: una decina di centimetri sul Pollino, nel Marmo Melandro e lungo tutta la fascia tirrenica. Viabilità quasi normale su tutta la regione, con punte di difficoltà nelle aree interne del Vulture Melfese e in direzione Matera Altamura. Collegamenti ferroviari normali e riapertura della tratta Matera Bari delle Ferrovie Apulo Lucane”. Lo comunica l’Ufficio Protezione civile del Dipartimento Infrastrutture e mobilità della Regione Basilicata.
“Periste ancora il freddo intenso, con temperature sotto lo zero in diversi centri della Regione. Il pericolo quindi è rappresentato dal ghiaccio specialmente nelle ore notturne, pertanto è ancora consigliabile mettersi in viaggio solo per motivi urgenti e con pneumatici da neve o catene a bordo. La Protezione Civile di Basilicata comunica inoltre che la maggior parte dei problemi relativi alla fornitura di acqua in modo particolare per le aziende di Pisticci e Montalbano Jonico sono stati risolti.
Da segnalare infine l’encomiabile lavoro svolto da tutto il volontariato di Basilicata che ha dimostrato un particolare senso del dovere e una solidarietà fuori dal comune, tant’è che una lettera di encomio è stata inviata dal Presidente della Giunta Regionale Pittella il quale ha espresso vivo apprezzamento per l’opera svolta dai diversi attori del volontariato e dalla Protezione Civile di Basilicata.
Anche l’Assessore ai trasporti e alle infrastrutture Nicola Benedetto – conclude la nota dell’Ufficio Protezione civile della Regione - ha espresso ammirazione verso i vari protagonisti di questa parentesi di inizio anno nel quale tutti hanno mostrato senso di abnegazione e significativa predisposizione verso situazioni ritenute a rischio”.

   

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione ed inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su "Policy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.