23Novembre2017

 

  • image
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Siccità situazione critica. Il punto in Regione Basilicata

Il governatore della Basilicata in una comunicazione ai consiglieri ha fatto il punto sulla situazione di emergenza, ripercorrendo in breve quanto realizzato per fronteggiare le difficoltà degli agricoltori e dei cittadini
“Sulla crisi idrica non c’è stata l’occasione per fare una relazione in Consiglio, ma abbiamo avuto modo di interloquire con tutta la comunità, organizzando sull’argomento più di una conferenza stampa e diramando comunicazioni quasi quotidiane”. Lo ha detto oggi il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, nel corso della seduta del Consiglio regionale. “Abbiamo costruito - ha proseguito il governatore - una cabina di regia per la crisi. In questo momento, tra l’altro, siamo tra le Regioni più virtuose, perché mentre le altre hanno comunicato, attraverso la stampa, la volontà di richiedere lo stato di calamità senza nemmeno avere protocollato una domanda, noi non lo abbiamo nemmeno annunciato. Il motivo? Perché nonostante la grave crisi idrica, con gli invasi che si stanno prosciugando - ha spiegato il presidente - non siamo nella condizione di poter determinare in questo momento l’ammontare del danno da calamità, così come non possiamo affermare se ancora per un mese e mezzo potremmo assicurare risorse idriche al mondo agricolo che ad oggi, pur tra mille difficoltà, non ha subito comunque gravissime conseguenze. Stiamo monitorando costantemente - ha aggiunto - il livello degli invasi e tra gli interventi messi in campo abbiamo accelerato l’iter per i lavori riguardanti la Traversa del Sarmento, opera strategica e ferma da anni, per dare ulteriore acqua a Monte Cotugno. Inoltre - ha detto ancora - abbiamo fatto con l’Eipli e con il Consorzio di bonifica quanto necessario per garantire quotidianamente l’approvvigionamento idrico per bisogni, ed abbiamo mantenuto rispetto a due anni fa la stessa tabella di marcia senza ridimensionamenti, se non attraverso il nostro appello ad evitare sprechi . Chiudere i fontanini che non è necessario mantenere aperti, del resto, potrebbe garantire un notevole risparmio di risorsa. Tutto questo - ha concluso Pittella - potrà essere oggetto di un’apposita commissione, di incontro e di relazione, con il segretario dell’Autorità di bacino, con il commissario unico dei Consorzi e con i rappresentanti di Eipli, per dettagliare tutte le azioni messe e da mettere in campo”.
“L'azione di monitoraggio e coordinamento, messa in campo con il Presidente della Regione, Marcello Pittella, il Commissario del Consorzio di Bonifica, l’Autorità di Bacino e Eipli, ha prodotto effetti positivi che, se pur evidenti nei numeri legati ad una diminuzione della risorsa utilizzata dal comparto negli ultimi mesi, rischiano di non essere sufficienti se proseguirà ancora a lungo questo periodo di bassa piovosità”.
Lo ha dichiarato l’Assessore alle Politiche Agricole e Forestali Luca Braia al termine della riunione del tavolo tecnico sull’emergenza idrica.
“Doveroso è quindi - prosegue l’Assessore Braia - rinnovare il richiamo ad un uso ancora più razionale della preziosa risorsa idrica in agricoltura sia per quest'anno ma anche per la prossima stagione a cui deve cominciare ad andare il pensiero e la nostra azione di programmazione. Massima è stata e soprattutto dovrà essere in futuro la collaborazione con tutti gli enti preposti per l’erogazione dell’acqua necessaria al mantenimento delle coltivazioni e dei cicli agronomici in corso, di cui si continuano a garantire le richieste programmate. Abbiamo condiviso con il Presidente Pittella di chiedere al governo la convocazione di un tavolo nazionale con l’obiettivo sia di migliorare la relazione dei vari ruoli coinvolti nella gestione sia per chiedere investimenti infrastrutturali utili al comparto.
Continuo è il monitoraggio dei dati pluviometrici e della quantità di acqua presente negli invasi al fine di programmare le erogazioni di acqua al comparto per i mesi futuri, in caso di permanenza dello stato di siccità, nello specifico delle colture autunnali e vernine.
Gli uffici Dipartimentali - conclude l’Assessore - al fine di raccogliere le segnalazioni di danni reali e conclamati alle colture superiori al 30% della Produzione Lorda Vendibile aziendale causati dalla siccità, in maniera omogenea e puntuale, rendono disponibile un modello di segnalazione per le aziende agricole che consentirà di valutare la sussistenza delle condizioni e dei presupposti per inoltrare eventuale formale richiesta al ministero ai sensi del d.lgs. 102/2004”.

 

   

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione ed inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su "Policy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.