15Dicembre2017

 

  • image
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Inaugurato a Pisticci Scalo il grande complesso parrocchiale

"Una grande giornata di festa per questa comunità", come ha sottolineato monsignor Giuseppe Caiazzo durante la cerimonia di inaugurazione del nuovo grande complesso parrocchiale del quartiere residenziale di Pisticci Scalo, il più grande della Valbasento e del metapontino.

Un evento "speciale" seguito da una immensa folla di fedeli che, già dal primo pomeriggio si erano dati appuntamento nella nuova chiesa dedicata a S.Giuseppe Lavoratore. Una cerimonia a cui, con l'arcivescovo di Matera, hanno partecipato il Vicario Generale della Diocesi di Potenza don Vito Telesca e tutti i parroci, sacerdoti e diaconi della provincia.
Don Caiazzo, nella sua omelia, dopo aver ringraziato i sindaci di Pisticci, Viviana Verri e di Ferrandina, Gennaro Martoccia, il neo Maggiore del Carabinieri Gianluca Sirsi, comandante la Compagnia di Pisticci, legato a lui da vecchia amicizia dai tempi della sua permanenza a Crotone, e il comandante della Polizia Locale VV.UU Damiano Fortunato, ha ricordato uno per uno tutti i parroci che si sono succeduti negli oltre 50 di vita della parrocchia dello scalo, da don Mario Pagano fino a don Giovanni Punzi, l'ultimo che lasciò per motivi di salute prima della nomina di don Mimì Spinazzola che ha fatto gli onori di casa, concelebrando la santa messa del rito della Dedicazione.
"Avete atteso diversi anni – ha spiegato il Vescovo nella omelia - ed oggi finalmente la parola di Dio è tornata in questo tempio, la cui realizzazione è stata resa possibile grazie ai contributi in maggior parte della Cei (8 per mille) ma anche della Regione Basilicata e della Curia. Che il Signore benedica questa bella struttura e che la stessa sia sempre punto di riferimento per i fedeli non solo del quartiere ma di tutta la Valle del Basento".

Da parte sua, don Michele Leone - come responsabile dell'Ufficio Tecnico della Curia ha ricoperto un ruolo importante nella realizzazione dell'opera – che ha ringraziato i progettisti architetto Renato D'Onofrio e gli ingegneri Dario De Luca e Carmine Vaccaro, l'impresa D'Alessandro Restauri, le maestranze e operai che hanno prestato la loro opera, oltre all'artista Marisa Martino Gullotta che ha realizzato i bassorilievi donati alla chiesa. Commosso il saluto di Don Giovanni Punzi, il parroco che aveva lasciato 4 anni fa, che ha auspicato una chiesa sempre ricca della presenza di fedeli e quello dell'attuale parroco don Mimmo Spinazzola, che ha ringraziato il Vescovo per la sua presenza e tutta la comunità che ha onorato l'evento.
La lettura del verbale di apertura del nuovo tempio, ha concluso la "speciale" serata in cui dopo quattro lunghi anni si è tornato a sentire il piacevole rintocco della campane nella valle del Basento.

MICHELE SELVAGGI

   

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione ed inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su "Policy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.