Vertenza Liscio, nuovi sviluppi

Un incontro urgente per dare apertura alla procedura di raffreddamento e conciliazione in merito alla vertenza dei dipendenti delle Autolinee Liscio.
Lo hanno chiesto ai prefetti di Potenza e Matera le segreterie regionali di Filt-Cisl e Uilt-Uil, dopo aver appreso che l’azienda, alla quale i sindacati avevano chiesto un incontro sin dal 12 gennaio, lo ha fissato per l’8 febbraio. Un atteggiamento che non è piaciuto alle organizzazioni sindacali, che nella missiva inviata ai rappresentanti territoriali del Governo non hanno esitato a parlare di “provocazione, nonché di mancata sensibilità nei confronti di tanti lavoratori che aspettano fiduciosi la mensilità di dicembre 2017, la tredicesima mensilità 2017, ai quali va aggiunto anche il premio di risultato del 2016, che Ella aveva concordato dover pagare entro il 31 dicembre 2017”.
Affrontare la questione, ancora irrisolta, dei ritardi nella corresponsione degli stipendi alle maestranze dell’azienda, dunque: questo il senso della sollecitazione delle sigle sindacali, che hanno fatto anche trapelare come, alle voci citate, presto potrebbe aggiungersi pure il premio di risultato del 2017, di prossima scadenza. “Una situazione, quella rappresentata, che continua da due anni ormai e che a vario titolo abbiamo tentato di affrontare secondo quelle che sono le applicazioni di norme e leggi ben conosciute nel Paese. Al riguardo – si legge ancora nella missiva – riteniamo sottolineare che non ci sembra possibile che una società così importante nel panorama del Tpl (Trasporto pubblico locale, ndr) di Basilicata, possa immaginare che i lavoratori arrivano a non pagarsi per mesi e mesi e non accada nulla”.
Ciò posto, e ricordato che già nei mesi scorsi le maestranze delle Autolinee Liscio si resero protagoniste di ben cinque giorni di protesta, nel corso dei quali il servizio ebbe pesanti limitazioni, Fit-Cisl e Uilt-Uil hanno chiesto la convocazione di cui sopra per affrontare tutta una serie di problematiche. Quali? In primis quella “del pagamento immediato delle mensilità arretrate e del premio di risultato 2016, nonché la verifica sulla condizione finanziaria della società al fine di risolvere le gravissime difficoltà dei lavoratori e delle loro famiglie” e poi, in rapida successione: “Comprensione della formulazione dei turni di servizio aziendali in vigore; verifica dell’organizzazione del lavoro; verifica della rotazione settimanale degli operatori di esercizio sui turni aziendali; verifica delle competenze da turno in relazione agli accordi aziendali di secondo livello in vigore alla data di sottoscrizione del contratto di servizio pubblico in scadenza; conoscere il quadro preciso delle unità addette allo svolgimento del lavoro della società e dell’organigramma funzionale di gestione del personale secondo le previsioni dell’accordo di secondo livello in vigore”.

Piero Miolla

""""""""""""
comments