20Ottobre2018

 

  • image
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Discariche abusive e spazzatura vagante restano problemi da risolvere

Una nuova discarica a cielo aperto è sita ormai da tempo sul vecchio tratto di strada nei pressi delle Varre. Per intendere meglio dove si trova questo ennesimo “monumento dello scempio”, basta recarsi all’uscita di Pisticci e immettersi nel tratto abbandonato della vecchia strada.
Presenti alcuni cassettoni di plastica, buste, calcinacci e l’immancabile divano distrutto.
Se alla molta, troppa immondizia presente sui bordi lungo le nostre strade, che spesso intasano le cunette di scolo delle acque piovane, si aggiungono queste piccole e grandi discariche, è evidente che c'è ancora tanto da fare per nel settore della raccolta rifiuti
A molti di noi infatti sarà capitato di imbattersi sulla Pisticci-Marconia, solo per citare un esempio, in buste a bordo strada nonché in mezzo alla sede stradale. Spessissimo vengono lasciate lì a degradare senza che gli addetti ai lavori o chi per loro le rimuovano.
Un vero peccato in quanto basta sporgersi sui cigli delle nostre strade per vedere buste e contenitori abbandonati, verosimilmente buttati da persone poco civili che le lanciano dalle proprie auto.
E' sufficiente fermarsi in zona Varre per notare quanto sia spiacevole vedere i nostri calanchi adibiti a enormi contenitori di immondizia. Ed è chiaro che con l'aumentre dei volumi aumenteano sempre più le difficoltà di ripuliredei suoli a tutti gli effetti inquinati.
Di sicuro un territorio così vasto non agevola un’attenta e capillare sorveglianza, ma sicuramente si può e si deve fare meglio per arginare un fenomeno che sebbene ultimamente sembri oggetto di un minor numero di discussioni, è sotto gli occhi di tutti e resta in buona parte irrisolto.
L'aspettativa è quella di soluzioni dagli effetti più tangibili: ben vengano la video sorveglianza o l’installazione di compattatori, ma evidentemente c’è ancora molto da fare per restituire decoro al territorio.
E' semplice, ai tempi dei social, raccogliere e diffondere carrellate di immagini sconfortanti che, purtroppo, danno risalto alla realtà dei fatti. Una realtà che rinnova l'appello all'amministrazione comunale ed a tutta la filiera della competenze in materia ad operare con il massimo vigore sul tema rifiuti, alla ricerca di soluzioni più incisive, prima che il volume del degrado ne renda ancor più complicata la persecuzione.

Alessandro Lopergolo