15Ottobre2018

 

  • image
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Lido in cemento a San Basilio: il Comune ordina la demolizione

L'Ufficio Urbanistica del Comune di Pisticci, infatti, ha pubblicato nella giornata di ieri l'Ordinanza Dirigenziale numero 131 con cui si intima alla ditta Duemc di demolire a proprie spese le opere realizzate "in assenza delle prescritte autorizzazioni" sulla spiaggia di San Basilio, a Marina di Pisticci, e ripristinare i luoghi.
Il termine entro cui dovrà essere effettuata la demolizione è di novanta giorni dalla revoca del sequestro dell'area da parte dell'Autorità Giudiziaria.
"Finalmente - ha commentato il sindaco di Pisticci Viviana Verri - verrà posto fine ad un problema subito attenzionato dalla cittadinanza e preso a cuore dall’Amministrazione e, con la demolizione del manufatto in cemento armato, si potrà restituire alla spiaggia di Marina di Pisticci la sua autentica bellezza.
L'Amministrazione Comunale di Pisticci, intervenuta tempestivamente con l'Ufficio Urbanistica e con il Corpo di Polizia Locale, ha prima fermato i lavori e, dopo aver accertato l'assenza delle autorizzazioni per la realizzazione dell'opera da parte della ditta, ha provveduto all'Ordinanza di demolizione, collaborando altresì con la Capitaneria di Porto e l'Autorità Giudiziaria al fine di ripristinare la legalità sul nostro territorio".
Da parte sua l'autorità giudiziaria, all'atto del sequestro operato a fine giugno aveva potuto constatare "la realizzazione di una piattaforma in cemento armato su di una porzione di spiaggia in concessione, propedeutica alla sovra installazione di strutture da destinarsi ad attività balneari. L’accurata attività di verifica presso gli Enti interessati in ordine alla regolarità dei lavori in corso - fecero sapere dalla Capitaneria di Porto - , ha di fatto consentito di stabilire la difformità delle opere oggetto di verifica rispetto agli atti autorizzativi concessi ed agli atti di progetto approvati, nonché alle norme generali prescritte dal Piano Regionale di utilizzazione degli arenili".
Adesso i nuovi sviluppi risultano orientati a dare seguito a quanto appurato in fase di verifica ed a garantire il ripristino della situazione ambientale precedente all'intervento di cementificazione della Duemc.