20Novembre2019

 

  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Processo Tecnoparco e altri: 'Ministero assente'. I legali Cirigliano e Marzano scrivono a Sergio Costa

Il 15 ottobre prossimo, il G.U.P. presso il Tribunale di Matera, Angelo Onorati, deciderà sul rinvio a giudizio degli indagati nel procedimento penale che vede coinvolti, tra gli altri, dirigenti di Tecnoparco s.p.a, Syndial e Drop, oltre che  alcuni dirigenti della Provincia di Matera all’epoca dei fatti, tutti indagati per la presunta commissione di reati ambientali ed altri ad essi connessi, dal 2011 al 2014, in Val Basento nei territori a cavallo tra Ferrandina e Pisticci.
Nello specifico, i predetti, risponderebbero a vario titolo, secondo la prospettazione del Magistrato del pubblico Ministero Ventricelli, perché: “ in concorso tra loro effettuavano lo sversamento di un ingente quantitativo di rifiuti speciali liquidi”, detti eventi si sarebbero verificati dal marzo del 2011 al settembre del 2014 con sversamento nel fiume Basento nei territori di Ferrandina e Pisticci.
Assente nel procedimento, contrariamente al Comune di Pisticci ed a quello di Ferrandina oltre a numerosi cittadini costituitisi parti civili, il Ministero dell’Ambiente, sicuramente primo organo deputato ad agire in tal senso a tutela del territorio e, soprattutto, della salute dei cittadini.
Per ovviare a tale mancanza e sollecitare la partecipazione a detto procedimento, supportando le istanze dei cittadini, gli avvocati Nicola Cirigliano e Daniele Marzano, già difensori di alcune delle costituite parti civili, hanno notiziato personalmente il Ministro Sergio Costa, quale Titolare di detto Ministero, affinché intervenga nel procedimento in oggetto nel caso di rinvio a giudizio.
Raggiunti telefonicamente dalla nostra redazione, i due legali, hanno sottolineato come "non sia mancato, nel corso delle precedenti udienze, chi abbia fatto notare l’assenza di detto Ministero ed, inoltre, come  gli stessi abbiano già sollecitato il Magistrato che ha disposto in tal senso a darne comunicazione al predetto affinché possa intervenire".
I due avvocati, ancora, hanno sottolineato "l’importanza che avrebbe detta partecipazione per la valenza istituzionale di tale organo e, facendo affidamento sulla sensibilità del Ministro Costa verso il tema, di come sarebbe un’ottima occasione per far sentire la vicinanza delle Istituzioni alle popolazioni interessate che nutrono, oramai, sfiducia verso le stesse, sentendosi da sempre abbandonate dando, così, un forte segnale di inversione di tendenza".