Immondizia sulle spiagge pisticcesi

E’ un vero scempio quello che si può vedere sulle spiagge pisticcesi. Dopo ampi proclami per la tanto esaltata bandiera blu, dopo tanti sacrifici per cercare di mantenere un lunghissimo litorale il più pulito possibile, ci si perde in un bicchiere d’acqua: lasciati in bella vista moltissimi cumuli di immondizia lungo tutte le nostre spiagge. E’ quello che accade sul nostro litorale “invaso” da cumuli di immondizia da due settimane ed oltre e cioè dalla notte di San Lorenzo, notte speciale per giovani e non.
Un vero peccato perché se è vero che si è fatto tanto per migliorare il servizio della raccolta differenziata anche lungo le spiagge pisticcese, è altresì vero che un comune come quello di Pisticci, non può permettersi errori madornali come quello di lasciare una così grossa quantità di rifiuti in bella vista.
Decisamente annichiliti i moltissimi turisti che hanno affollato e affollano tutt’ora le nostre spiagge e che spesso lasciano feedback negativi sulla qualità delle stesse.
Inspiegabile in effetti il perché dal giorno 11 agosto, la spazzatura è lì in evidenza senza che nessuno si impegni a farla ritirare nonostante i solleciti per farla rimuovere.

Magari qualcuno pensa che l’estate finisca con la notte di San Lorenzo? Non è così, anzi! Flussi di turisti riempiono le nostre spiagge anche a settembre inoltrato, per cui lasciare quello schifo vuol dire fare del male al nostro territorio.
Certo, si potrebbe discutere sul fatto che quei rifiuti non dovrebbero trovarsi lì e che troppo spesso le spiagge vengono utilizzate come una enorme pattumiera, ma è anche vero che il fenomeno si presenta puntuale ogni anno e nessuno si fa carico di risolverlo. Si parla di spiagge “libere dalla plastica”, ma di plastica, vetro e tanto altro se ne trova in quantità.
Meglio poi non parlare della pseudo pescheria, una sorta di “eco mostro” presente in quel di San Basilio; struttura tanto utilizzata a scopi propagandistici, ma che ancora versa nell’incuria e non utilizzata adeguatamente. Nei pressi della struttura, che via via sta diventando fatiscente, immondizia sparsa qui e li la fa da padrona.
Il tutto è un vero peccato perché se da un lato si fa tanto per valorizzare, sponsorizzare ed esaltare le nostre tantissime bellezze, dall’altro ci vuole davvero poco per demolire quanto di buono si tenta di fare. Nonostante l’impegno profuso per evitare questi errori, ci vuole ancora più attenzione, ma soprattutto maggiore controllo su chi deve effettuare certi servizi e non lo fa adeguatamente e serve magari capire come risolvere queste evitabilissime mancanze.

Alessandro Lopergolo

comments