02Aprile2020

 

  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Emergenza coronavirus: 15 sindaci rivendicano l'importanza degli ospedali di Tinchi e Stigliano

Di seguito la nota integrale trasmessa alla Regione da 15 sindaci appartenenti all'ambito "Metapontino-collina materana":

"Egregio Sig. Presidente, egregi Assessori,
una situazione come quella che stiamo vivendo impone a chi ha potere decisionale di adottare tutte le misure possibili per salvaguardare la salute dei cittadini.
L'emergenza è innanzitutto sanitaria, perché è nota la carenza di strutture ospedaliere e di presidi attrezzati per fronteggiare il rischio di aumento dei casi di contagio, ad oggi, per fortuna, nella nostra regione ancora pochi. Per questo motivo non comprendiamo la decisione di non prendere in considerazione l'utilizzo delle strutture di Tinchi e Stigliano, dove sono disponibili posti letto che potrebbero rivelarsi preziosi in un momento del genere, a diretto supporto degli ospedali di Matera e Policoro.
A Tinchi si sono appena conclusi i lavori di ammodernamento dell'edificio, adeguato alle norme antisismiche, e ne ostacolano l’utilizzo solo meri adempimenti tecnici, non coerenti con un’emergenza che altrove ha determinato l’implementazione di interi ospedali in pochi giorni.
Una struttura su cui la regione ha investito milioni di euro (oltre che per l'ammodernamento del corpo centrale, per la realizzazione della nuova dialisi), che è facilmente raggiungibile attraverso due arterie stradali principali come la SS. 106 Jonica e la SS 407 Basentana, che è dotata di spazi per la degenza e sale operatorie (attive fino a poco tempo fa), ma sulla quale non c'è mai stato un concreto progetto di sviluppo e neppure in un simile frangente se ne colgono le potenzialità.
Così come potrebbe essere una risorsa l'ospedale di Stigliano, dove l'esistenza dell'hospice non sembra affatto un motivo valido per renderla incompatibile con un reparto malattie infettive (così argomentando, infatti, i malati infettivi dovrebbero essere curati in strutture del tutto isolate), aspetto peraltro non centrale nella richiesta di utilizzo. Una struttura inserita nel cuore dell'attività estrattiva di Tempa Rossa meriterebbe di essere valorizzata, anziché continuamente indebolita nei suoi servizi, non avendo ancora l'ASM provveduto alla sostituzione dei medici della lungodegenza. Oggi la struttura è stata persino "spogliata" dei letti per la degenza, segnale che si interpreta come una riduzione di posti letto.

Né si può lamentare l’assenza di operatori sanitari. Se è vero infatti, che esiste, per l’ospedale di Stigliano, una risorsa di circa un milione di euro destinata a sostenere la spesa riferita agli operatori sanitari, assentita dalla Strategia Nazionale per le Aree Interne, è altrettanto vero che è all'attenzione del Governo centrale un DL contenente misure urgenti per fronteggiare l'emergenza CoronaVirus che prevede, tra l'altro, lo snellimento delle procedure di abilitazione all'esercizio della professione medica e nuove assunzioni nel settore sanitario.
Avvertiamo l’assenza, sia pure in un momento emergenziale, di una chiara strategia per l’area del Metapontino e della Montagna materana. Potenziare queste due strutture, esistenti e sulle quali sono state investite ingenti risorse, e potenziare l'Ospedale di Policoro, come centro cruciale per il triage e la diagnosi dei pazienti, si tradurrebbe in una risposta alla inadeguatezza di scelte antiche, che l’attuale crisi ha mostrato in tutta la sua drammatica evidenza.
E' per questo che, come amministratori dell’ambito metapontino-collina materana lanciamo un grido di forte protesta affinché la Regione assuma concretamente l'impegno di valorizzare il ruolo strategico che queste strutture possono rivestire anche per fronteggiare l'emergenza Coronavirus, prima che sia troppo tardi".

I sindaci dei Comune di Pisticci, Policoro, Montalbano, Nova Siri, Rotondella,
Craco, Accettura, Stigliano, Tursi, Colobraro, Aliano,
Gorgoglione, San Mauro Forte, Valsinni, Cirigliano.