22Settembre2020

 

  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Il territorio di Pisticci blindato per Pasqua e Pasquetta. Ultimi riti della Settimana Santa in streaming

Tutti a casa a Pasqua e Pasquetta. Una due giorni blindata dalle forze dell’ordine per far rispettare le ordinanze legate alla emergenza Coronavirus e, naturalmente, per bloccare eventuale scampagnate fuori porta. Le buone notizie meteorologiche anche qui da noi, potevano rappresentare una certa tentazione ad evadere nei due giorni di domenica e lunedì o almeno a Pasquetta, con una fuga vera e propria nelle numerose residenze di campagna in particolar modo nelle varie  zone turistiche collinari dell’agro, oppure  nelle numerose villette dei lidi.  I cittadini pisticcesi, per quel che ci risulta e dalle notizie raccolte finora, salvo forse qualche “innocente” eccezione,  si sono comportati civilmente, come il particolare momento richiede, nel rispetto dei Decreti emanati per l’occasione, fatti rispettare dalle Forze dell’Ordine (che comunque dobbiamo sempre ringraziare per la loro opera) e che prevede  multe salatissime  per chi aggira le misure di contrasto previste.
Magari, qualcuno aveva potuto pensare per un momento, di poter abbassare la guardia per dar luogo così alle varie tradizioni che accompagnano la festività, riunendosi con amici e parenti. Il buon senso evidentemente ha prevalso, le strade del territorio sono rimaste vuote, così come i villaggi della costa, seguendo anche consigli e raccomandazioni che non sono mancate dall’alto e neanche dal Sindaco della nostra città, Viviana Verri, che, durante i suoi quotidiani comunicati informativi, non ha mancato mai di ricordare la necessità del momento, quella di rimanere a casa. Per il bene di tutti. E’ chiaro che finora sono stati compiuti notevoli sforzi per combattere questo particolare grave momento, per cui non deve essere  vanificato tutto quello finora sostenuto. Da qui la necessità, anche se ci costa, di continuare su questa strada facendo tutto il possibile, per evitare di ritornare in quel tunnel da cui circa un mese fa siamo partiti. Ritornando alla cronaca,  segnaliamo che tutti gli ultimi riti pasquali della Settimana Santa, sono stati seguiti in streaming, con un altissimo indice di partecipazione e ascolto, tra cui la significativa  iniziativa dei tre parroci, don Michele Leone, don Rosario Manco e don Antonio Di Leo, che attraverso una grande croce in legno, hanno benedetto il territorio e la città, dalla sua parte più alta e antica, il rione Terravecchia.
Nel rispetto delle distanze del momento, i tre sacerdoti hanno attraversato la panoramica, deserta via N. Franchi fino alla piazza del Castello, facendo ritorno sul sagrato della Chiesa Madre. Un rito più che simbolico, abbastanza apprezzato e seguito dall’interno delle case, finestre, terrazze e balconi del quartiere. Nel rione Matina invece, la sera del venerdì santo, come aveva suggerito e auspicato  il nostro compaesano di Reggio Emilia Donato Vena, alle ore 19, dai balconi di diverse abitazioni si è levato il coro del canto tradizionale pisticcese “La cattura di Gesù”.

Michele Selvaggi</p> <p> </p>"