07Dicembre2019

 

  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Completati i lavori per l'asilo nido di Centro Agricolo

Sarà il primo asilo nido comunale del metapontino. Sono infatti terminati i lavori, dell'importo di 300 mila euro, messi a disposizione dalla Regione, per la realizzazione dello asilo nido a Centro Agricolo.
La notizia direttamente dal sindaco Vito Di Trani che ha così concretizzato un progetto iniziato dalla precedente Giunta Leone e non portato a compimento per via della fine traumatica della stessa.
Una moderna struttura quindi, a servizio delle comunità della zona pisticcese e metapontina. Una novità assoluta per il nostro territorio, frutto di un ambizioso progetto che ha previsto, infatti, la trasformazione dell'esistente plesso scolastico di Centro Agricolo, da qualche anno poco frequentato, appunto, in asilo nido.
"Era una occasione ghiotta che non dovevamo farci sfuggire, proprio perché si trattava di un servizio importante a vantaggio della comunità" ha spiegato Di Trani. L'iniziativa in particolare prevede la istituzione di un centro nido, capace di accogliere inizialmente una trentina di bimbi nel plesso della ex colonia confinaria dell'era fascista. Il congruo contributo regionale, è servito quindi per la realizzazione di lavori per la ristrutturazione, trasformazione e messa in sicurezza della struttura, per renderla idonea al nuovo uso cui destinata.
Nato nei primi anni 60, come scuola rurale per ospitare alunni un po’ di tutto l'agro intorno alla zona, da Cesine a Serricchio, Rullo e San Basilio, l’immobile, ampio circa 300 metri quadri, è composto da un piano terra, con 5 grandi aule, uffici e servizi, ben areato e ben illuminato. L'ubicazione lungo il lato destro della provinciale per il mare, proprio di fronte al vecchio villaggio confinario, da poco ristrutturato.
Il  progetto esecutivo è stato redatto dallo staff dei Servizi Tecnici del Comune: ingegner Rocco Di Leo, architetto Nicola Coriglione, ingegner Salvatore Giannace, geometra Mario Iannuzziello.
Ovviamente, perché l’opera possa essere messa in esercizio occorre attendere l'esito del bando per l'affidamento della gestione. E' ipotizzabile che il tutto possa avvenire entro il primo settembre.

Michele Selvaggi