Lunedì, 30 Gennaio 2023

Carabinieri: controlli straordinari del territorio durante le festività natalizie e di fine anno

Giovedì, 05 Gennaio 2023

I Carabinieri del Comando Provinciale di Matera hanno effettuato nelle scorse settimane mirati servizi di controllo del territorio al fine di contrastare la commissione di reati predatori che normalmente aumentano in corrispondenza con le Festività natalizie,

nel corso dei quali sono state denunciate in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Matera:

  • 4 persone per il reato di cui all’art. 186 del Codice della Strada (guida sotto l’influenza di alcool) poiché nel corso dei controlli alla circolazione stradale, all’esame del tasso alcolemico, sono risultati con valori superiori a 0,8 grammi per litro (g/l), con conseguente sospensione della patente di guida;
  • 1 persona per il reato di cui all’art. 187 del Codice della Strada (guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti), poiché coinvolta in incidente stradale con feriti, a seguito di esami ematochimici svolti presso l’ospedale di Matera, è risultata sotto l’effetto di sostanza stupefacente del tipo “cannabinoide”;
  • 1 persona per il reato di sottrazione e danneggiamento di cose sottoposte a sequestro, in quanto ex proprietaria e affidataria in custodia di un veicolo oggetto di confisca definitiva da parte della Prefettura di Matera, veniva sorpresa a sottrarre parti dello stesso veicolo per destinarli alla vendita;
  • 2 persone per il reato di rapina impropria, le quali dopo essere state sorprese dal proprietario a sottrarre agrumi all’interno del suo agrumeto, lo aggredivano con calci e pugni guadagnando la fuga.

Sono state inoltre segnalate alla locale Prefettura:

  • 2 persone per la violazione amministrativa dell’art. 186 del Codice della Strada, guida sotto l’influenza di alcool”, poiché nel corso dei controlli alla circolazione stradale, sono risultate positive all’accertamento del tasso alcolemico con valori compresi tra 0,5 e 0,8 grammi per litro (g/l), a cui è conseguita la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida;
  • 1 persona per la violazione amministrativa del divieto di abbandono incontrollato di rifiuti su suolo pubblico, poiché sorpresa, mediante l’uso di apposite fototrappole, mentre abbandonava su una piazzola di sosta di una strada provinciale un involucro trasparente contenente rifiuti domestici;
  • 5 persone per la violazione amministrativa dell’art.75 del D.P.R.309/90, poiché trovate in possesso di sostanze stupefacenti per uso personale.

Nel complesso, in tutto il territorio della provincia:

  • sono state identificate 3.012 persone;
  • sono stati controllati 2.343 autoveicoli;
  • sono state sequestrate varie dosi di sostanza stupefacente, per un peso totale di circa 7 grammi;
  • sono state sequestrate 5 cartucce per pistola ed 1 ordigno pirotecnico artigianale illegalmente detenuti.

Ultimi Tweets

From IFTTT
La fotografa Marta Caruso nuovamente premiata con il “Wedding Awards 2023” https://t.co/YdQrOxIz8B https://t.co/Gm18kokAc2
From IFTTT
In settimana ancora in diminuzioni i casi positivi al Covid, ma altri 2 decessi https://t.co/ppEjE7DMnS https://t.co/Qm9KcqAb9P
From IFTTT
Nicola Benedetto nella gestione dell’asset termale e industriale di Acqua Fiuggi https://t.co/LEXkO9rqgE https://t.co/6LBFUx36r9
Follow Pisticci.com on Twitter

Post Gallery

Incidente al campionato invernale Mar Jonio: uomo in rianimazione

A causa di un malore si è spento Vito Chimenti

Il sorprendente Potenza si aggiudica il derby contro il Senise

Contro il Palo del Colle non c’è gara per il Pisticci: netta la superiorità dei pugliesi

Giustizia: organizzazioni mafiose “virulente” e crescita reati di minori

Polizia identifica e denuncia 2 promotori gruppo no-vax “guerrieri ViVi”, in fase di oscuramento i canali Telegram

La Basilicata nel racconto dell’intelligenza artificiale ChatGPT

Ancora problematiche legate al bonus gas

Cisl: «Basilicata tra regioni con reddito medio familiare più basso, con autonomia differenziata rischio corto circuito accesso ai diritti»