Martedì, 16 Luglio 2024

Montalbano Jonico, i Carabinieri mettono in salvo tre bambini che si erano persi nei calanchi. Il sindaco, Piero Marrese: “Una storia a lieto fine grazie a due angeli custodi. Li ringrazio a nome di tutta la comunità”

Alle prime ore del mattino di oggi, 15 febbraio 2024, militari dell’Aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Matera hanno eseguito due misure cautelari, di cui una in carcere ed una ai domiciliari, a carico di due pregiudicati campani di 48 e 47 anni, accusati di “truffa aggravata in concorso”.

I Carabinieri della Stazione di Bernalda hanno identificato e denunciato un 80enne del posto, già gravato da precedenti di polizia giudiziaria per reati contro il patrimonio, ritenuto responsabile del danneggiamento perpetrato ai danni di una nota casa funeraria.

Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Policoro hanno tratto in arresto un 61enne straniero, residente da molti anni in Italia, che dovrà espiare la pena di mesi 4 e giorni 10 di reclusione. L’uomo, nell’anno 2018, causò un sinistro stradale mentre era in stato di ebbrezza alcolica alla guida di un veicolo. Espletate le formalità di rito, l’uomo è stato tradotto presso il carcere di Matera.

Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Policoro hanno eseguito nei confronti di un 74enne la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla moglie, vittima di maltrattamenti in famiglia, disposto dall’Autorità Giudiziaria di Matera.

La donna, da circa 20 anni, avrebbe subito condotte violente, sia verbali che fisiche, vedendosi costretta ad abbandonare la casa coniugale e rivolgendosi ai Carabinieri.

Avviate con immediatezza le indagini, coordinate dalla procura della Repubblica presso il Tribunale di Matera, sono stati raccolti gravi indizi di colpevolezza a carico dell’uomo, che hanno portato il Giudice delle Indagini Preliminari, su richiesta del Pubblico Ministero, ad emettere la misura cautelare sopra indicata con la contestuale applicazione del controllo mediante mezzi elettronici (cosiddetto “braccialetto elettronico”), pur nella dovuta precisazione che gli accertamenti compiuti finora sono comunque nella fase delle indagini preliminari e necessitano della successiva verifica processuale nel contraddittorio con la difesa. Per l’attività repressiva operata dai Carabinieri sotto la direzione della Procura della Repubblica di Matera, è stata fondamentale la collaborazione della vittima, che ha riposto nelle Istituzioni la totale fiducia. 

Post Gallery

A Pisticci Scalo predisposta una autobotte per fronteggiare la mancanza d’acqua

Festa di apertura del lido inclusivo “Il Sogno del Capitano” con la Youtuber Lucilla

S.S. 407 Basentana, Cifarelli PD: presentata interrogazione consiliare

Fermato dai Carabinieri il presunto autore dell’omicidio del clochard di Policoro

Nicola Benedetto entra in Fratelli d’Italia

Possibili abbassamenti di pressione o mancanza d’acqua a Pisticci Scalo

“Archè, origini e prospettive per un territorio sostenibile”: se ne parlerà in una Tavola rotonda a cura di “Salviamo il Mare da Noi”

La Gica Ice di Giuseppe Carlone vola in finale al Torneo “Maria Ss della Bruna”

Un uomo viene ucciso a Policoro: fermato un cittadino africano