Sabato, 10 Giugno 2023

Ieri sera è andato in scena presso la Parrocchia “Madonna del Carmine” di Tinchi di Pisticci il concerto “Aspettando l’Epifania”, a cura del Quartetto Quattro Quarti composto dai musicisti Domenico Masiello ed Eliana de Candia al violino, Giuseppe Piccininni alla viola e Francesco Amatulli al violoncello.

Oggi 5 gennaio, presso la chiesa della Madonna del Carmine di Tinchi, si svolgerà un concerto organizzato dalla parrocchia con il patrocinio del Comune di Pisticci.

La cultura come ponte d’incontro e condivisione, ma anche offerta turistica e gestione dell’ospitalità. Di questo e di molto altro si parlerà, in occasione della conferenza stampa dell’associazione Enotria Felix, per la presentazione de “La Taccariata”. L’evento pisticcese, ormai giunto alla sesta edizione, che animerà l’antico borgo lucano per l’ultima settimana di luglio, tra regate veliche, rappresentazioni teatrali, cortei e spettacoli di artisti di strada.

Ultimi Tweets

From IFTTT
L’azienda Ecosud finalista al premio Best Practices 2023 nella categoria “Green Tech” https://t.co/VvZqSsX1qY https://t.co/BqZp7rwOiR
From IFTTT
A Pisticci sopralluogo dei danni causati dal maltempo, del governatore Bardi. Foto-Video https://t.co/cs1RKFzb6B https://t.co/WbpHUfliN5
From IFTTT
Controlli Carabinieri: sanzioni per violazioni codice della strada e delle norme sui pubblici esercizi… https://t.co/pb0JWZhUIc
Follow Pisticci.com on Twitter

Post Gallery

Albano su illuminazione pubblica “Pisticci guarda a un servizio più efficiente e sostenibile”

Nominato l’esecutivo provinciale di Fratelli d’Italia

A Ferrandina Festa dello sport per 500 atleti in erba

Presto l’inizio dei lavori di efficientamento della pubblica illuminazione

Il 14 giugno sit-in dei lavoratori Tis e Rmi davanti alla sede della Regione Basilicata

Il 10 giugno ritorna il Cinespettacolo “La storia bandita”

Giuseppe Ferrara tra i migliori imprenditori under 40 d’Europa

Agricoltura lucana in ginocchio: l’allarme degli agricoltori

Eurodeputata Gemma: I fondi ordinari e il PNRR possono cambiare il futuro della Basilicata