Giovedì, 24 Giugno 2021

“Facciamo il pane e moriamo di fame”. Il racconto del 'Pane di Matera' non attrae i giovani. Troppo sacrificio e poco guadagno

Martedì, 01 Giugno 2021

“Il pane più buono del mondo non sfama più coloro che si occupano di prepararlo sollevando l’intera comunità dal gravoso compito. I fornai sono vittime di una ingiustizia economica quotidiana che li vede costretti ad elemosinare la modica cifra di due euro e ottanta per un chilo di pane meraviglioso che in realtà vale esattamente il doppio”.

Così il manager enogastronomico materano, Antonio Nobile, lancia la provocazione sul prezzo del pane di Matera evidenziando, al contempo, il problema della giovani generazioni che si stanno allontanando dall’arte quotidiana della panificazione.

“Il pane quotidiano di Matera - afferma Nobile- viene letteralmente svenduto, 'dis-prezzato' e svuotato dell'inestimabile valore che una eccellenza gastronomica lucana riconosciuta in Italia e in Europa meriterebbe. Di chi è la colpa di questa insostenibile ingiustizia? La colpa naturalmente è dei fornai che continuano a lavorare vivendo sugli allori dei bei tempi andati, ignorando i cambiamenti sociali, economici e politici, sono caduti nella trappola della lotta alla conquista del successo attraverso la concorrenza spietata, tendenzialmente orientata a ricorrere al ribasso a tutti i costi”.
La folle corsa al ribasso ha drasticamente ridotto le risorse economiche necessarie a sostenere i costi di gestione, che invece sono esponenzialmente lievitati, e ad eliminare gli investimenti in ricerca e sviluppo. Il mancato aumento del prezzo del pane ha costretto i panificatori materani a lasciare nel cassetto il progetto per l’ottenimento dell’Indicazione Geografica Protetta (IGP). L’etichetta Igp per il pane di Matera richiede investimenti e promozione da parte dei panificatori che ricadrebbero sul prezzo del pane ma nello stesso tempo crescerebbe la notorietà e la qualità del pane di Matera con risvolti positivi anche per il territorio dove esso si produce.

“In parole povere -sottolinea Nobile- allo stato attuale, molti panificatori non raccolgono nemmeno i soldi per pagare i fornitori delle materie prime, gli operai o le tasse e ricorrono all’indebitamento bancario alienando eventuali proprietà come la casa. Si è creato così un circolo vizioso che ha svalutato la professione degradandola al punto che nessuno pensa di abbracciare la nobile carriera di panificatore. Il racconto del buon pane di una volta non affascina più, come nel passato della Città dei Sassi, le nuove generazioni. Il fornaio contemporaneo ha bisogno di rinnovare la consapevolezza legata a questa antica arte ma soprattutto ha bisogno di coraggio per impegnarsi ad ottenere la giusta ricompensa per il duro lavoro che la preparazione del buon pane richiede quotidianamente, ogni notte. Se non si adegua il compenso al giusto sacrificio che l’arte della panificazione richiede, sarà difficile attrarre i giovani verso questa professione, disperdendo miseramente quella tradizione che ha fatto grande il pane di Matera”.

Ultima modifica Martedì, 01 Giugno 2021 13:00

Ultimi Tweets

Coronavirus in Basilicata. Confermato il nuovo trend negativo https://t.co/cEjrfy7utD #coronavirus #COVID19
Per esigenze organizzative la sfilata dei Bersaglieri avrà inizio alle ore 16.30 partendo da piazza Giulio Cesare.… https://t.co/sEu8n5U1mZ
Grandinata record, Pisticci chiede lo stato di calamità https://t.co/9KyNoUqNJQ
Follow Pisticci.com on Twitter

Post Gallery

500 delegati e 150 giornalisti per il G20 a Matera

Coronavirus in Basilicata: risale il numero dei contagi, 2 casi a Pisticci

Petizione dei commercianti di Pisticci centro che chiedono modifiche al piano traffico

Il Movimento Tutela Valbasento presenta il fumetto “storia di una cittadina sentinella” di Anna Berti Suman

Summa: “Basilicata dentro declino economico preoccupante, subito un Piano del Lavoro”

Punto vaccinale e guardia medica estiva: soddisfazione dell’amministrazione per quanto ottenuto dall’ASM

La Piscina Comunale in stato di abbandono. La denuncia di Fratelli d’Italia

Apre a Stigliano la sede Regionale Basilicata del Centro Consumatori Italia

Coronavirus in Basilicata: scende ancora il numero dei positivi, ma altri casi a Pisticci

Please publish modules in offcanvas position.