Sabato, 10 Dicembre 2022

La SETAC organizza corsi gratuiti del dialetto pisticcese

Mercoledì, 28 Settembre 2022

La SETAC in Europa in collaborazione con la prof.ssa Patrizia DEL PUENTE e con la collaborazione dei ricercatori del C.I.D. organizzano GRATUITAMENTE a Pisticci il corso di dialetto pisticcese

“Il nostro dialetto, come quasi tutti i linguaggi della penisola deriva anch’esso dal latino.

Finchè la nostra società è rimasta nello steccato della vita paesana, con pochi contatti con altri ambienti e con persone di altri posti, anche il linguaggio è rimasto incontaminato.

Oggi, però, il nostro dialetto è destinato inesorabilmente a scomparire irreversibilmente, e con esso, tutta la produzione letteraria, di forma e contenuto popolare, di cui era portatore. E ciò a causa dell’evoluzione storica, sociale, economica, religiosa, etica, culturale e etnografica della nostra società paesana.

Il declino del dialetto ebbe inizio con la costituzione dello Stato Unitario Nazionale.

Con la presenza di uno Stato Piemontese era logica e spiegata la presenza e il mantenimento di un linguaggio piemontese; come il linguaggio toscano o romanesco.

Una inevitabile e ben organica espressione linguistica del tutto meridionale era giustificata dall’entità statale che riuniva tutte le genti dell’Italia Meridionale.

Questa espressione linguistica era data dal linguaggio napoletano che, a sua volta, acquisiva caratteristiche soprattutto fonetiche nelle varie regioni del reame e finiva col frantumarsi in forme più ristrette, più caratterizzata, quali, per l’appunto, erano i dialetti di ciascun paese.

L’evoluzione storica, l’immissione delle popolazioni nel processo storico, sociale e politico ha portato pure l’instaurarsi di una forma di linguaggio comune, di sentimenti comuni, di comuni aspirazioni e di una fede comune.

Un contributo notevole ha dato la scuola, che ovunque ha parlato lo stesso linguaggio, il suo linguaggio. Poi sono arrivati i mezzi di comunicazione di massa che hanno completato l’opera della scuola e che, in effetti, hanno cancellato i residui elementi del linguaggio locale, che, pertanto è diventato linguaggio morto, come morta dev’essere considerata la produzione letteraria popolare di cui era la più genuina e sincera espressione.”

Questa è una realtà irreversibile, è evidente l’importanza che assume il nostro progetto di conservare e di tramandare alle nuove generazioni, che ad oggi sembrerebbe scomparso o in corso d’estinzione.

Chiunque fosse interessato può compilare il modulo in allegato e inviarlo all’indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure consegnarlo alla propria Associazione, Parrocchia o Scuola.

Allegati:
Ultima modifica Mercoledì, 28 Settembre 2022 20:46

Ultimi Tweets

From IFTTT
Domenica al “Michetti” big match tra Elettra Marconia e Matera Città dei Sassi https://t.co/mkdLr6wTA9 https://t.co/2nvensWlqH
From IFTTT
In Basilicata aumentano i rifiuti nucleari https://t.co/HMnVDQEkU4 https://t.co/ztMHWiJd6Z
From IFTTT
Scarcerato il figlio del boss Schettino https://t.co/a6HlnQgVEq https://t.co/utE2rij3Ka
Follow Pisticci.com on Twitter

Post Gallery

Domenica al “Michetti” big match tra Elettra Marconia e Matera Città dei Sassi

In Basilicata aumentano i rifiuti nucleari

Scarcerato il figlio del boss Schettino

L’analisi di mister Masiello prima della gara contro la Diaz

Miolla, Di Trani, Calandriello e Grieco: “La Giunta Albano calpesta il diritto alla partecipazione”

Il “talentino” Paolo D’Onofrio “Disposti a tutto pur di cambiar andamento”

Inaugurazione Largo Notte Santa Apollonia: il commento della consigliera provinciale Viviana Verri

Gli Stati Generali di Internet ed i Diritti nel Metaverso. Evento con il prof. Cassano nella Luiss di Roma

A Marconia grandissima partecipazione alla “Marcia per la Pace”