Sabato, 10 Dicembre 2022

Celebrato a Matera San Michele Arcangelo, santo patrono della Polizia di Stato

Giovedì, 29 Settembre 2022

Oggi in tutta Italia la Polizia di Stato ha celebrato San Michele Arcangelo, suo Santo Patrono.

A Matera, questa mattina si è tenuta una santa messa in Suo onore nella chiesa di San Francesco da Paola, officiata da Mons. Biagio Colaianni Vicario Generale della Diocesi di Matera e Irsina.

Insieme al Questore Eliseo Nicolì e ai poliziotti di Matera e della provincia, hanno partecipato il Prefetto Sante Copponi, e i rappresentanti delle altre Forze dell’ordine.

Al termine della funzione religiosa, è stata pronunciata la preghiera del poliziotto a San Michele Arcangelo.

Nel pomeriggio si è svolto il Family day, un momento di incontro dedicato ai familiari e agli amici della Polizia di Stato, i quali hanno avuto modo di visitare le strutture e gli uffici di Polizia. È stata l’occasione per la consegna da parte del Questore delle medaglie di commiato al personale recentemente collocato in quiescenza.

San Michele Arcangelo viene celebrato dalla chiesa (insieme a San Gabriele e San Raffaele) il 29 settembre. Il suo nome in ebraico Mi - ka - El significa: “Chi come Dio?” Nell'iconografia, orientale e occidentale, San Michele Arcangelo viene rappresentato come un combattente, con la spada o la lancia nella mano e sotto i suoi piedi il dragone, simbolo di satana, sconfitto in battaglia.

Nel Nuovo Testamento (capitolo 12° del libro dell'Apocalisse) S. Michele è presentato come avversario del demonio, vincitore dell'ultima battaglia contro satana e i suoi sostenitori: “Scoppiò quindi una guerra nel cielo: Michele e i suoi angeli combattevano contro il drago (…) Il grande drago, il serpente antico, colui che chiamiamo il diavolo e satana e che seduce tutta la terra, fu precipitato sulla terra e con lui furono precipitati anche i suoi angeli”.

Per i cristiani è considerato il più potente difensore del popolo di Dio, del bene contro il male. E a lui sono state dedicate diverse chiese, cappelle e oratori in tutta l'Europa dove spesso è raffigurato in cima a campanili e monumenti come guardiano contro le forze del male.

Proclamato patrono e protettore della Polizia da Papa Pio XII il 29 settembre 1949 per la lotta che il poliziotto combatte tutti i giorni come impegno professionale al servizio dei cittadini. Per l'ordine, l'incolumità delle persone e la difesa delle cose.
Più di 60 località italiane, tra le quali Caserta, Cuneo, Alghero, Albenga e Vasto, lo venerano come Santo patrono, ma S. Michele, oltre che della Polizia di Stato, è protettore di molte altre categorie di lavoratori: farmacisti, doratori, commercianti, fabbricanti di bilance, giudici, maestri di scherma, radiologi. Si affidano a lui anche i paracadutisti d’Italia e di Francia.

Ultimi Tweets

From IFTTT
Domenica al “Michetti” big match tra Elettra Marconia e Matera Città dei Sassi https://t.co/mkdLr6wTA9 https://t.co/2nvensWlqH
From IFTTT
In Basilicata aumentano i rifiuti nucleari https://t.co/HMnVDQEkU4 https://t.co/ztMHWiJd6Z
From IFTTT
Scarcerato il figlio del boss Schettino https://t.co/a6HlnQgVEq https://t.co/utE2rij3Ka
Follow Pisticci.com on Twitter

Post Gallery

Domenica al “Michetti” big match tra Elettra Marconia e Matera Città dei Sassi

In Basilicata aumentano i rifiuti nucleari

Scarcerato il figlio del boss Schettino

L’analisi di mister Masiello prima della gara contro la Diaz

Miolla, Di Trani, Calandriello e Grieco: “La Giunta Albano calpesta il diritto alla partecipazione”

Il “talentino” Paolo D’Onofrio “Disposti a tutto pur di cambiar andamento”

Inaugurazione Largo Notte Santa Apollonia: il commento della consigliera provinciale Viviana Verri

Gli Stati Generali di Internet ed i Diritti nel Metaverso. Evento con il prof. Cassano nella Luiss di Roma

A Marconia grandissima partecipazione alla “Marcia per la Pace”