Venerdì, 24 Settembre 2021

Siamo un gruppo di genitori di alunni dell'Istituto Comprensivo Pitagora Bernalda. In questa sede non intendiamo assolutamente polemizzare, ma chiedere con assoluta democraticità nonché legittimità la possibilità di scegliere la didattica a distanza, in costanza di emergenza da covid 19, nell’ipotesi in cui si decida la riapertura delle scuole.

In questo lungo periodo emergenziale noi genitori siamo attanagliati da dubbi ed incertezze perché il nostro principale obiettivo è tutelare, salvaguardare e proteggere i nostri figli. I bambini hanno bisogno di sicurezza, di spiegazioni semplici e chiare che possano essere ricondotte alla loro percezione del mondo. Dobbiamo stare attenti a non essere incoerenti, non possiamo dire ‘non è nulla’ e poi chiedergli di non avvicinarsi ai compagni e alle maestre per evitare “il mostro”, per poi chiudere la scuola ogni volta che c'è un contagio e sottoporli alla procedura del tampone ed alla successiva, estenuante, attesa dell'esito. Gli stiamo insegnando a guardare il prossimo come il nemico da evitare, gli stiamo insegnando che la scuola non è più socialità, non è più condivisione.

Lo stesso Comitato Tecnico Scientifico afferma: “Il Comitato sottolinea l’importanza, soprattutto nell’attuale emergenza pandemica, di ridurre al minimo indispensabile le misure che più ricadono sui bambini con conseguenze negative, dedicando una specifica attenzione all’interesse del minore quale criterio etico-giuridico fondamentale per la valutazione del rapporto benefici-rischi delle misure ipotizzate.

Porre la scuola al centro della vita del Paese, delle sue scelte e dei suoi investimenti. Sviluppare nell’istruzione l’approccio alunno-insegnante per dar vita a una scuola che sia in grado di attivare anche nuove forme di insegnamento, da cui tutte le bambine ed i bambini possano trarre giovamento. Pertanto, va ripensato il ruolo e la funzione dell’insegnamento e delle attività scolastiche, all’occorrenza legate anche alla digitalizzazione. Ciò non per sostituire, ma per integrare la didattica in presenza, propria dell’insegnamento tradizionale, con un adeguato supporto formativo agli insegnanti e la predisposizione di strumenti, competenze e tecnologie affinché vi sia un accesso all’educazione digitale dove sia necessaria.

Si auspica che venga garantita alle famiglie e agli operatori scolastici adeguata informazione e partecipazione alle decisioni che li riguardano.”

Purtroppo la digitalizzazione invece di essere considerata una necessità, una conditio sine qua non, è diventata terreno di scontro tra nativi digitali e immigrati digitali.

La nostra agenda politica vede tra le priorità quella di una programmazione di attività tese alla maggiore integrazione con la popolazione straniera sul nostro territorio. L’assessore alle politiche sociali Antonella Marinaro ci ha stimolati sull’opportunità di attivare a Metaponto un programma di insegnamento della lingua italiana agli stranieri supportato dal CPIA di Matera.

Il sindaco di Bernalda, attraverso un videomessaggio postato su Facebook, è tornato sulla questione denunciata nella serata di ieri dei 12 migranti positivi al coronavirus che sono stati ospitati, a sua insaputa, in un immobile del territorio bernaldese a suo dire non idoneo alla causa.

"Dodici extracomunitari positivi al covid sono stati trasferiti in un immobile del territorio di Bernalda, privo di fornitura di energia elettrica, di acqua e di una certificazione delle autorità sanitarie che ne certificasse la sussistenza delle condizioni sanitarie indispensabili per la salute pubblica degli occupanti". E' la denuncia del sindaco di Bernalda, Domenico Raffaele Tataranno, il quale, una volta appurata la veridicità del fatto, ha emesso ordinanza di sgombero immediato della struttura. Di seguito il video messaggio postato su Facebook.

Il circolo territoriale del Partito Democratico di Bernalda e Metaponto comunica la più sentita condivisione, oltre che sostegno, alle iniziative dell’Amministrazione Comunale di contrasto e limitazione della diffusione dei contagi dovuti all’emergenza COVID-19. E’ fortissimo anche il senso di vicinanza, umana oltre che politica ed istituzionale, quale conforto per chi oggi è più debole ed in sofferenza poiché in difficoltà per la propria salute o dei propri cari.

Ultimi Tweets

From IFTTT
Sabato 25 settembre inaugurazione dello Spazio di Comunità per la Cultura https://t.co/kgBVJ5Dgsw https://t.co/n3SnXsCDWM
From IFTTT
Coronavirus in Basilicata: stabili i contagi, 10 le guarigioni in territorio di Pisticci https://t.co/HMPefGok1s https://t.co/zeAXttdKQj
From IFTTT
007 - NO TIME TO DIE, a Matera proiezione speciale in anteprima nazionale https://t.co/9lmrqqPZ4V https://t.co/pasKY1pU0O
Follow Pisticci.com on Twitter

Post Gallery

Sabato 25 settembre si inaugura a Pisticci lo Spazio di Comunità per la Cultura

Coronavirus in Basilicata: stabili i contagi, 10 le guarigioni in territorio di Pisticci

007 - NO TIME TO DIE, a Matera proiezione speciale in anteprima nazionale

Cambio della guardia al comando delle compagnie carabinieri di Matera e Policoro

Legambiente: dal 24 al 26 settembre torna Puliamo il Mondo

Coronavirus in Basilicata: 38 nuovi positivi, 43 guarigioni, 2937 nuove dosi di vaccino somministrate

Venerdì 24 settembre intitolazione della piazzetta belvedere del rione Terravecchia a Libero Panetta

Dipendente accusato di aver indebitamente intascato somme spettanti al Comune per oltre 50 mila euro

Omicidio Lopatriello: perizie discordanti su Carmen Lopatriello