Lunedì, 27 Giugno 2022

Vengano, piuttosto, in Commissione e Consiglio per spiegare i criteri di riparto adottati e per definire priorità sulle infrastrutture da candidare al finanziamento del Governo, entro il 30 novembre.

La convocazione urgente di un “tavolo di filiera”.

La stagione venatoria 2021-2022 aprirà il prossimo 19 settembre e si concluderà il 31 gennaio 2022, ad eccezione della specie colombaccio che sarà cacciabile a partire dal 2 ottobre e fino al 10 febbraio 2022. È quanto stabilito dal calendario venatorio regionale 2021-2022, approvato dalla Giunta regionale, su proposta del vicepresidente e assessore alle Politiche agricole e Forestali, Francesco Fanelli.

“Un vero e proprio cambio di passo, attraverso un via libera alla nostra richiesta di scorrimento della graduatoria,  pur consapevoli dell’attuale negoziato che si sta svolgendo per le assegnazioni delle nuove somme , relativo al prossimo biennio”.

Lettera aperta

Al Ministro dell’agricoltura Stefano Patuanelli

Al Ministro per il Sud Mara Carfagna

All’Assessore alle Politiche agricole e forestali della Regione Basilicata Francesco Fanelli

Ultimi Tweets

From IFTTT
L’immatura scomparsa di Gianni Giannace, geometra dell’ufficio tecnico https://t.co/xh1tHH3mFW https://t.co/ndtIwdMVXw
From IFTTT
Dibattimento rinviato per gli sversamenti COVA https://t.co/rKD3253x03 https://t.co/hUga8CJJ8M
From IFTTT
A Ferrandina inaugurato il più grande impianto fotovoltaico di Basilicata https://t.co/Reg0gMbg24 https://t.co/8lqyu7LMML
Follow Pisticci.com on Twitter

Post Gallery

Violento impatto tra due auto: perde la vita giovane 25enne

Salvatore Caiata saluta del tutto il Potenza Calcio

L’immatura scomparsa di Gianni Giannace, geometra dell’ufficio tecnico

Dibattimento rinviato per gli sversamenti COVA

A Ferrandina inaugurato il più grande impianto fotovoltaico di Basilicata

L’ASM annuncia l’attivazione del “consultorio itinerante”

A Policoro sfila Manuela Arcuri

Enrico Bianco è il nuovo sindaco di Policoro

Riunitosi nuovamente il Tavolo permanente per il rilancio e lo sviluppo della Valbasento