Lunedì, 03 Ottobre 2022

Il Mite ha pubblicato il Regolamento per "realizzare da subito risparmi utili a livello europeo a prepararsi a eventuali interruzioni delle forniture di gas dalla Russia".

Tra le misure previste una riduzione di 1 grado per il riscaldamento degli edifici, da 17 con più o meno 2 gradi di tolleranza per gli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali e assimilabili, da 19 con più o meno 2 gradi di tolleranza per tutti gli altri edifici.

"I limiti di esercizio degli impianti termici, rispetto a quanto previsto dal comma 2 dell'articolo 4 del DPR n.74/2013, sono ridotti di 15 giorni per quanto attiene il periodo di accensione (posticipando di 8 giorni la data di inizio e anticipando di 7 giorni la data di fine esercizio) e di 1 ora per quanto attiene la durata giornaliera di accensione". E' quanto si legge nel Regolamento del Mite per il contenimento dei consumi di gas in cui si precisa tuttavia che sono fatte salve le utenze sensibili (es. ospedali, case di ricovero ecc.)

Le stime dell'impatto di tutte le misure di contenimento indicate dal Regolamento pubblicato dal Mite "portano ad un potenziale di circa 5,3 miliardi di metri cubi di gas, considerando la massimizzazione della produzione di energia elettrica da combustibili diversi dal gas (circa 2,1 miliardi di Smc di gas) e i risparmi connessi al contenimento del riscaldamento (circa 3,2 miliardi di Smc di gas)". A cui, spiega il Mite, si aggiungono le misure comportamentali da promuovere attraverso campagne di sensibilizzazione degli utenti ai fini di un comportamento più virtuoso nei consumi.

L'insieme del contributo atteso dalle misure adottate dal Mite assieme a misure comportamentali volontarie nell'uso efficiente dell'energia "porta ad una riduzione dei consumi coerente con il 15% del Regolamento UE, pari quindi almeno a 8,2 miliardi di Smc di gas naturale". Lo si legge nel testo del Regolamento appena licenziato dal Mite.

"Il blocco del gasdotto Nord Stream 1 aumenta ulteriormente la probabilità di una recessione nell'Eurozona". Lo affermano in una nota gli analisti di Fitch. "Il fermo completo del gasdotto Nord Stream 1 - spiegano gli esperti dell'Agenzia di rating - riduce ulteriormente i già pochi margini di errore per equilibrare il mercato europeo del gas questo inverno, nonostante la strategia dell'Ue per mitigare i peggiori effetti del blocco sul mercato sia ancora credibile".

fonte ANSA

Dopo la definitiva sottoscrizione del Protocollo d’intenti tra Regione Basilicata, Eni e Shell sulle “Misure compensative per la sostenibilità ambientale e lo sviluppo del territorio regionale” relativi alla concessione Val d’Agri, è opportuno chiedersi cosa cambia per quel territorio e per la Basilicata e provare a immaginare le prospettive per i prossimi sette anni, cioè fino alla data di chiusura della proroga di concessione di coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi fissata al 26 ottobre 2029.

Nella bolletta dei lucani la cosiddetta “molecola gas” sarà gratis: è questo uno dei principali punti dell’accordo di compensazione firmato ieri, a Potenza, tra la Regione Basilicata e le compagnie petrolifere Eni e Shell in riferimento alla concessione Val d’Agri. L’accordo, vale 1,3 miliardi di euro in dieci anni. I dettagli dell’intesa saranno illustrati questa mattina 16 giugni in una conferenza stampa. Per chi volesse approfondire.

Le imprese potranno rateizzare le bollette per i consumi di maggio e giugno, per un numero massimo di 24 rate mensili. E’ una delle misure previste dalla bozza del decreto per contrastare “gli effetti economici e umanitari per contrastare la crisi ucraina”, ancora in via di definizione.

L’esplosione della drammatica guerra in Ucraina e la preoccupazione di molte persone per l’aumento delle bollette impone di accelerare la transizione energetica del nostro Paese, come unica soluzione per uscire dalla dipendenza dal gas, a partire da quello della Russia. Per questo Greenpeace Italia, Legambiente e WWF Italia avanzano 10 proposte al governo Draghi per affrontare in modo strutturale la dipendenza dall’estero per l’approvvigionamento del gas. Si tratta di interventi normativi e autorizzativi da mettere in campo da qui ai prossimi mesi e che permetterebbero di ridurre i consumi di gas di 36 miliardi di metri cubi all’anno entro fine 2026, sviluppando l’eolico offshore e a terra, il fotovoltaico sui tetti, anche nei centri storici, e sulle aree compromesse (discariche, cave, etc), il moderno agrovoltaico che garantisce l’integrazione delle produzioni agricole con quella energetica, la produzione del biometano (sviluppata in un chiaro contesto di riduzione del numero complessivo di capi allevati e senza sottrazione di terreno alla produzione di cibo), gli accumuli, i pompaggi e l’ammodernamento delle reti.

Pagina 1 di 2

Ultimi Tweets

From IFTTT
Futsal: all’esordio nel campionato di serie B il Pisticci gioca, il Potenza vince. Gallery https://t.co/KWgzFuwRF4 https://t.co/w4mt0LI5Ue
From IFTTT
I complimenti dell’Amministrazione Comunale alla neo eletta Grazia Di Maggio https://t.co/FXiwtjFMK0 https://t.co/Qrwqb5306R
From IFTTT
ScanZiamo le scorie su Città della Pace: soddisfatti da Bardi, subito il completamento https://t.co/eSbxxB9AqB https://t.co/wKP7ipbMo5
Follow Pisticci.com on Twitter

Post Gallery

L’Elettra Marconia non si ferma: con il gol di Facundo Piazze batte il Real Senise

Futsal serie B: al Bernalda il derby contro il Senise

Congresso Eucaristico Nazionale: i ringraziamenti di Mons Caiazzo

Futsal: all’esordio nel campionato di serie B il Pisticci gioca, il Potenza vince. Gallery

I complimenti dell’Amministrazione Comunale alla neo eletta Grazia Di Maggio

ScanZiamo le scorie su Città della Pace: soddisfatti da Bardi, subito il completamento

Rinnovo assemblea delegati fondo pensionistico Fondenergia: Femca Cisl più votata

In Regione vaccino antinfluenzale anche in farmacia

Viabilità: i chiarimenti dell’assessore Merra sul By Pass di Matera