Lunedì, 05 Dicembre 2022

Dopo i tanti successi degli scorsi anni, la Sala Piccolissima, guadagna un’altra serata.

Il 12 e il 13 agosto, ultime due giornata della 23° edizione del Lucania Film Festival ospiteranno un ospite d’eccezione particolarmente legato alla terra lucana: Rocco Papaleo.

Dopo anni di grandi successi l’attore lucano torna a casa per raccontarsi al pubblico della manifestazione e per festeggiare insieme i grandi traguardi che è riuscito a conquistare tra cinema e teatro.

Ma naturalmente il programma non si esaurisce qui:

  • si parte il 12 presso Cine Parco Tilt Marconia di Pisticci (MT), alle ore 18.30 con un focus project condotto da Mand Ori Goldsteni e Asher Salahe organizzato dal Festival in collaborazione con l’ambasciata Israeliana d’Italia e con il MIC;
  • alle ore 19:15 si terrà invece la Talk dal titolo Documentaristica scientifica a cura di Nicola Masini (CNR- Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale).
  • Alle 19:45, sempre presso lo stesso spazio, si prosegue poi con la Talk dal titolo Musica come narrazione visiva a cura di Lauren Light e Federico Ferrandina; si continua alle ore 20:15 con la presentazione del libro Pop corn & Patatine.

Dalla sceneggiata napoletana al nuovo cinema meridionale di Giuseppe Marco Albano e Renato Scatà.

A seguire si potrà assistere alla proiezione dei film in concorso.

Per incontrare Rocco Papaleo ci si dovrà invece recare presso lo Spazio Kiarostami, dove alle ore 23.00 si potrà assistere al Cinetalk tenuto dall’attore; a seguire live music performance di Lauren Light e Federico Ferrandina.

Ma la presenza di Rocco Papaleo non si esaurisce il 12 agosto: sarà infatti presente anche il giorno successivo e conclusivo del Festival, questa volta in una location differente a Pisticci Centro, una delle sedi storiche della kermesse, in Piazza Umberto I.

L’attore lucano si racconterà al pubblico insieme con il conduttore di Radio 2 Filippo Solibello.

L’evento è preceduto dalla presentazione del libro Il meridionalista dell’immagine di Ludovico Cantisani e naturalmente dalla premiazione dei film in concorso.

Rocco Papaleo, nato nel 1958 a Lauria, in Basilicata, si trasferisce da giovanissimo a Roma.

  • Dal 1989 al 1991 è nel cast di “Classe di ferro”, serie TV, ma nel frattempo comincia anche a comparire sul grande schermo, la prima volta è con Mario Monicelli ne “Il male oscuro” (1990).
  • La maggiore interpretazione di questi anni è nel film di Leonardo Pieraccioni al suo esordio con “I laureati” (1995).
  • Lavora con Paolo Virzì, Umberto Marino e con Giovanni Veronesi che nel corso degli anni ’90 lo dirigerà ben due volte in “Il barbiere di Rio” (1996) e “Viola bacia tutti” (1998).
  • Con il suo humor e il suo accento del Sud, Papaleo si specializza nella commedia.
  • Torna a essere diretto ben cinque volte dal regista che più di tutti lo ha messo sotto i riflettori, Pieraccioni.
  • Ormai icona di comicità, puntano su di lui anche Vincenzo Salemme e Carlo Vanzina con “Il pranzo della domenica” (2003) con il quale riceve la sua prima candidatura ai Nastri d’Argento come miglior attore non protagonista.
  • Nel 2010 il suo esordio alla regia con “Basilicata coast to coast”, una commedia avventurosa tra le terre della sua patria insieme a Alessandro Gassmann, Paolo Briguglia, Max Gazzè e Giovanna Mezzogiorno con una colonna sonora a cui il director, appassionato di musica, non può che partecipare.
  • Riscossi pareri positivi, il film permette a Papaleo di aggiudicarsi un Nastro d’Argento e un David di Donatello come regista esordiente nel 2011.
  • A questi riconoscimenti seguiranno negli anni un Premio TV come personaggio rivelazione e un Premio nazionale Vincenzo Padula per il Sud nel cinema. Nel 2013 dirige “Una piccola impresa meridionale” e nel 2016 “Onda su Onda”.
  • Nel 2014 è nel cast di “Un boss in salotto” e “La scuola più bella del mondo” di Luca Miniero. È stato diretto anche da Edoardo Leo, Paolo Genovese e molti altri.

La programmazione della 23° edizione del Lucania Film Festival prosegue con una fitta agenda di appuntamenti: il 10 agosto tante proiezioni a cui partecipare e un ospite d’eccezione incontrerà il pubblico della manifestazione.

  • Si parte alle ore 17.00, presso il Cine Parco Tilt a Marconia di Pisticci (MT), con il talk “Tracce Ebraiche – Cinema sociale israeliano” tenuto dal professore di storia israeliana Asher Salah.
  • Alle 18.00 si prosegue poi con la presentazione del libro “Olocaustico” di Alberto Caviglia, edito dalla casa editrice Giuntina.
  • Alle 18:30 appuntamento imperdibile con il poliedrico artista Moni Ovadia che terrà la Masterclass “Musica e teatro. Fari per non smarrirsi”. A seguire proiezione dei film in concorso nelle sale del festival.
  • Alle 22.30, presso l’Anfiteatro di Piazza Scola, il pubblico potrà incontrare nuovamente Moni Ovadia che terrà una Lectio Magistralis condotta da Fabio Morici, anticipata alle ore 21.00 dalla proiezione dei film in competizione.
  • Come ogni giorno, dalle ore 18.30 alle ore 22.30, presso la Piccolissima tante attività rivolte ai più piccoli.

Moni Ovadia nasce a Plovdiv, in Bulgaria, nel 1946.

Dopo gli studi universitari e una laurea in scienze politiche ha dato avvio alla sua carriera d’artista come ricercatore, cantante e interprete di musica etnica e popolare di vari paesi.

Nel 1984 comincia il suo percorso di avvicinamento al teatro, prima in collaborazione con artisti della scena internazionale, come Bolek Polivka, Tadeusz Kantor, Franco Parenti, e poi, via via proponendo se stesso come ideatore, regista, attore e capocomico di un “teatro musicale” assolutamente peculiare, in cui le precedenti esperienze si innestano alla sua vena di straordinario intrattenitore, oratore e umorista.

Filo conduttore dei suoi spettacoli e della sua vastissima produzione discografica e libraria è la tradizione composita e sfaccettata, il “vagabondaggio culturale e reale” proprio del popolo ebraico, di cui egli si sente figlio e rappresentante, quell’immersione continua in lingue e suoni diversi ereditati da una cultura che le dittature e le ideologie totalitarie del Novecento avrebbero voluto cancellare, e di cui si fa memoria per il futuro.

Per il cinema ha prestato il proprio volto in “Caro Diario” di Nanni Moretti e, con il ruolo di coprotagonista, a “Facciamo Paradiso” di Mario Monicelli; ha inoltre lavorato, sempre nel cinema, con Roberto Faenza e Roberto Andò.

Dal 9 al 13 agosto, con pre-apertura dell’evento il 7 agosto, a Pisticci, storico comune in provincia di Matera.

Oltre ai 35 titoli tra lungometraggi, documentari e cortometraggi provenienti da tutto il mondo di cui 16 anteprime nazionali, 4 anteprime europee, 4 anteprime internazionali e 1 mondiale, la programmazione prevede, 5 masterclass, 5 lectio magistralis e 8 workshop, 4 concerti e 1 cinecampus, il Festival avrà inizio, con un evento speciale, il 7 agosto all’alba, sulle coste bianche dello Jonio lucano con una performance sonora di tecnologie e musica classica per poi spostarsi, a partire dal 9 agosto, presso il primo CineParco di Italia, nello Spazio Tilt a Marconia di Pisticci e nel salotto della città bianca di Pisticci e, durante la settimana, nelle location di Matera e Craco.

Il Lucania Film Festival parte all’alba del 7 agosto con un evento speciale di pre-apertura presso la Foce del Cavone – Marina di Pisticci, alle ore 5:15 di mattina: il pubblico potrà godere della performance sonora con Rocco Mentissi e Francesco Mentissi con drum machine e pianoforte a coda, dal titolo Il mattino ha l’oro in bocca.

La programmazione ufficiale partirà invece dal 9 agosto, presso il Cine Parco Tilt a Marconia di Pisticci (MT) dove, oltre alla proiezione dei film in concorso e le attività collaterali dell’area Piccolissima, si terrà una lectio magistralis sulle nuove frontiere della narrativa del cinema italiano con il regista Mario Martone, reduce dall’acclamato Nostalgia con Pierfrancesco Favino, e un’intervista concerto con il musicista siciliano Roy Paci a cui farà seguito l’atteso concerto dei sound designer Federico Ferrandina e Lauren Light della agency Twoohsix Music.

Si prosegue poi il 10 agosto sempre presso lo spazio del Cine Parco Tilt a Marconia di Pisticci (MT), con la proiezione ufficiale dei film in concorso, con la masterclass e lectio magistralis dell’attore, cantante e scrittore Moni Ovadia e il cinetalk tenuto da A. Salah dal titolo Sulle tracce ebraiche.

Il terzo giorno di Festival prevede, oltre alla proiezione dei film in concorso e delle attività dell’area Piccolissima, la lectio magistralis dell’attore e regista newyorkese John Turturro che, in diretta dalla grande mela, dialogherà in streaming con il grande pubblico guidato dal conduttore di Rai Radio2, Filippo Solibello.

Il 12 agosto sarà invece la volta della lectio magistralis tenuta da Rocco Papaleo, sempre presso lo spazio del Cine Parco Tilt a Marconia di Pisticci (MT): l’amato artista lucano torna a casa per ripercorrere assieme al pubblico del Lucania Film Festival gli ultimi 10 anni di carriera che lo hanno visto protagonista di tanti successi tra Cinema e Teatro; anche per il quarto giorno di Festival è prevista la proiezione dei film in concorso e le attività dedicate ai più giovani dell’area Piccolissima.

Ma la presenza di Rocco Papaleo non si esaurisce il 12 agosto: sarà infatti presente anche il giorno successivo e conclusivo del Festival per il cinetalk con il conduttore di Radio 2 Filippo Solibello e per la premiazione.

Selezione ufficiale

INTERNATIONAL SELECTION – SHORT FICTION FILM

  • BIG di/by Daniele Pini / 14′ – 2021 – Italy;
  • FREE FALL di/by Emmanuel Tenenbaum / 20′ – 2021 – France;
  • LO CHIAMAVANO CARGO di/by Marco Signorettti / 15′ – 2021 – Italy;
  • LOST KINGS di/by Brian Lawes / 15′ – 2020 – USA;
  • PHLEGM di/by Bolt Jan-David / 6′ – 2021 – Swiss;
  • RESONANCIAS di/by Iñigo Aranburu / 4′ – 2021 – Spain;
  • SANDSTORM di/by Seemab Gul / 20′ – 2021 – Pakistan;
  • THE LITTLE GIRLS di/by Mohamad Reza Misaghi / 6′ – 2021 – Iran;
  • WARSHA di/by Dania Bdeir / 16′ – 2022 – Libano;
  • YUNGAY 7020 di/by Raquel Calvo Larralde,Elena Molina Merino /19′ – 2021 – Spain.

INTERNATIONAL SELECTION – SHORT ANIMATION FILM

  • ELEPHANT IN THE ROOM di/by Yang, Ching-Ju / 6′ – 2021 – Taiwan;
  • LES LARMES DE LA SEINE di/by Alice Letailleur, Philippine Singer, Lisa Vicente, Hadrien Pinot, Etienne Moulin, Nicolas Mayeur, Eliott Benard & Yanis Belaid / 9′ – 2021 – France;
  • LOOP di/by Pablo Polledri / 8′ – 2021 – Spain;
  • ONELUV di/by Varya Yakovleva / 11′ – 2022 – Russia;
  • THE DAYS THAT (NEVER) WERE di/by Pedro Rivero, Kevin Iglesias Rodríguez / 11′ – 2022 – Spain;
  • THE ENCOUNTER di/by Aleksandra Krivolutskaia / 6′ – 2022 – Russia;
  • THE HANGMAN AT HOME di/by Michelle & Uri Kranot / 14′ – 2021 – Denmark, Canada, France;
  • Y’A BON? di/by Marc Faye / 4′ – 2021 – France.

INTERNATIONAL SELECTION – SHORT DOCUMENTARY FILM

  • BEE OR NOT TO BE di7by Pau E. Serra & Joan Bover / 24′ – 2021 – Spain;
  • BLACK WAGON di/by Adilet Karzhoev / 24′ – 2021 – Kyrgyzstan;
  • IL MAI NATO di/by Tania Innamorati, Gregory J. Rossi / 20′ – 2021 – Italy;
  • MAMA di/by Pablo De La Chica / 29′ – 2020 – Spain;
  • SEVEN SYMPHONIES OF ZAGROS di/by Perwîz Rostemî / 23′ – 2021 – Kurdistan.

INTERNATIONAL SELECTION – FEATURE FICTION / DOCUMENTARY

  • THE 4TH ROUND di/by Alireza Amini / 93′ – 2021 – Iran;
  • THE DREAM IS GONE di/by Maria Batova / 91′ – 2021 – Russia;
  • 65 ROSE di/by Davide Del Mare / 89′ – 2021 – Italy;
  • GUARDIAN OF THE WORLDS di/by Leïla Chaïbi / 91′ – 2021 – France;
  • RUE GARIBALDI di/by Federico Francioni / 70′ – 2021 – Italy.

SPAZIO ITALIA

  • AMBASCIATORI di/by Francesco Romano / 19′ – 2021;
  • ANCORA NON LO SO di/by Maaria Sayed / 15′ – 2021 – Italy;
  • BUON COMPLEANNO NOEMI di/by Angela Bevilacqua / 13′ – 2022;
  • DREAM di/by Davide Vigore / 15′ – 2021;
  • GITA DI FAMIGLIA di/by Francesco Della Ventura / 18′ – 2021;
  • L’AVVERSARIO di/by Federico Russotto / 17′ – 2021;
  • NOTTE ROMANA di/by Valerio Ferrara / 12′ – 2021.

Gli Ospiti​​

La manifestazione, come ogni anno, può contare su un ricco parterre di ospiti.

  • Ad inaugurare il festival, sarà Il maestro Mario Martone, reduce dall’acclamato Nostalgia con Pierfrancesco Favino, per una disamina delle nuove frontiere della narrativa del cinema italiano.
  • Seguono le masterclass e le lectio magistralis del poliedrico Moni Ovadia sugli scenari contemporanei.
  • L’atteso attore, regista newyorkese John Turturro, in diretta dalla grande mela, dialogherà con il grande pubblico guidato dal conduttore di Caterpillar Rai Radio2, Filippo Solibello.
  • Segue il ritorno di Rocco Papaleo a casa Lucania Film Festival per ripercorrere i suoi ultimi dieci anni tra Cinema e Teatro e il rinnovato rapporto con la Basilicata.
  • L’atteso ospite musicale sarà invece il celebre artista siciliano Roy Paci che aprirà il festival e gli eventi e a seguire l’atteso concerto dei sound designer Federico Ferrandina e Lauren Light della agency Twoohsix Music per una inedita performance sulle sonorità legate alla narrazione e drammaturgia sonora per gaming e cinema.

All’interno della programmazione saranno presentati inoltre i libri:

  • Olocaustica di Alberto Caviglia – Edizione Giuntina;
  • Popcorn & patatine. Dalla sceneggiata napoletana al nuovo cinema meridionale del regista lucano Giuseppe Marco Albano e Renato Scatà – Ediz. illustrata;
  • Il meridionalista dell’immagine di Ludovico Cantisani – Edigrafema Edizioni.

Le giurie

La giuria internazionale è composta da alti profili del mondo del cinema mondiale e della storia e critica della settima arte.

  • La giapponese Jun Ichikawa, attrice, autrice e doppiatrice di numerose opere tra cui Yōko Ono ne L’isola dei cani di Wes Anderson e Namaari in Raya e l’ultimo drago di Don Hall, Carlos López Estrada della Walt Disney.
  • L’israeliano Asher Salah, critico cinematografico e docente alla Hebrew University e all’Accademia delle belle arti di Gerusalemme. Alberto Caviglia, capo redattore del programma Rai 2 Sorgente di Vita, autore e regista di Pecore in Erba e scrittore di opere di successo tra cui Olocaustica ed. Giuntina. Infine la giovanissima documentarista lettone Marija Stefanija Linuza.
  • La giuria popolare, invece, è composta da 35 appassionati di cinema che dopo un percorso di educazione al linguaggio, durato sei mesi tra lezioni, incontri e laboratori, giudicherà le opere in concorso in parallelo alla giuria dei professionisti.

La Piccolissima

Ritorna uno degli spazi più originali e attesi della kermesse.

La programmazione parallela a quella senior, interamente creata, organizzata e condotta da giovani under 10 provenienti da tutta Italia.

Grazie alla possibilità di poter fruire del Cine Campeggio dell’area festival presso il CineParco TILT, giovani da ogni dove, conducono un palinsesto parallelo in cui potranno sperimentare linguaggi, tecnologie, intermodalità con coetanei, operatori e professionisti di filiera.

Green economy, VR, gaming, podcasting, cinema per i non vedenti, laboratori di animazione 2d, percorsi di fotografia, incontri con tutti i big del festival, proiezioni e talk con gli autori garantiranno un’esperienza full immersion sotto forma di campus.

La 23a edizione del Lucania Film festival rientra nel progetto speciale MIC di #tracceebraiche / speciale Matera-Gerusalemme in collaborazione con l’Ambasciata d’Israele d’Italia che, dopo la programmazione di maggio 2022 proseguirà in autunno.

Il Lucania Film Festival é fondato da Allelammie, realtà tra le più intraprendenti del meridione d’Italia con numerose progettualità in Italia e all’estero.

La 23a edizione del LFF durerà 6 giorni con un supplemento di programma previsto in autunno, a novembre 2022, che determinerà la chiusura del percorso di #tracceebraiche / speciale Matera-Gerusalemme in collaborazione con l’Ambasciata d’Israele d’Italia.

Con la Lectio Magistralis “Matera e Gerusalemme, Italia e Israele allo specchio: rappresentazioni dell’altra nazione nelle cinematografie dei due paesi” a cura di Asher Salah è partito nell’ex ospedale San Rocco il primo incontro tematico per “Tracce Ebraiche – speciale Lucania Film Festival”, un inedito viaggio nella cultura ebraica declinata nei linguaggi della Musica, della Danza, del Cinema, della Letteratura e della Cucina. A seguire la lectio Magistralis “Dybbuk e Taranta. Donne e storie di possessione. Ebraismo e Tarantismo” con l’antropologo Eugenio Imbriani (Università di Salerno) e Miriamo Camerini e gran finale con la performance di danza contemporanea “Jewish Soul” realizzata con coreografie di Mario Piazza, coreografo assistente Ludovic Party e interpreti le allieve del Liceo Musicale-Coreutico ISIS “Pitagora” di Montalbano Jonico. La prima giornata di Tracce Ebraiche a Matera è stata segnata anche dall’inaugurazione della mostra “Dall’Alef alla cinetica. Un alfabeto in metaverso” che ha coinvolto le artiste Martina Venturini, Rosita Uricchio, Olga Poliektova, Tatiana Poliektova, Roberta Gioia, Davide Salvemini.

Pagina 1 di 5

Ultimi Tweets

From IFTTT
L’ Elettra Marconia vince a Castelluccio e si conferma leader del campionato https://t.co/s5iYZx63P7 https://t.co/oYdGSTE9cE
From IFTTT
Aperte le iscrizioni per la “Cupa Cup Christmas Edition” https://t.co/YagNWvTU0p https://t.co/K3cFUv1ysP
From IFTTT
Piero Marrese riconfermato presidente della provincia di Matera. Gli auguri del sindaco Albano… https://t.co/slTBkuJMTY
Follow Pisticci.com on Twitter

Post Gallery

L’ Elettra Marconia vince a Castelluccio e si conferma leader del campionato

Aperte le iscrizioni per la “Cupa Cup Christmas Edition”

Piero Marrese riconfermato presidente della provincia di Matera. Gli auguri del sindaco Albano

Dopo 3 minuti Pol CS Pisticci-Futsal Noci 2019 sospesa per impraticabilità di campo

Prestigioso invito per il pianista pisticcese Alessandro Vena

Incidente sulla Basentana in territorio di Pisticci

Dissesto idrogeologico: da Basilicata 13 mln di euro a 11 Comuni tra cui Pisticci. Albano scrive agli enti competenti

Programma di intervento “Mi fido di te”: pubblicato il bando

AllenaMENTI: il Progetto di UPI Basilicata per il contrasto al disagio giovanile