Mercoledì, 29 Giugno 2022

"Preferite la pace o il condizionatore? Questa è la domanda che ci dobbiamo porre!" Così ha terminato un intervento il premier Mario Draghi nella conferenza stampa il 6 aprile. 

La crisi energetica impone delle scelte per il Governo che andranno inevitabilmente a impattare i consumatori, che hanno già visto negli ultimi mesi bollette stratosferiche.

Ma quali sono veramente i rischi? Saremo costretti a spegnere i nostri condizionatori nei mesi estivi visto il continuo del conflitto? Oppure si tratta di un allarmismo eccessivo?

L' Italia, secondo le stime del Governo dovrebbe avere un'autonomia energetica fino a tardo Ottobre. Questo significa che in linea di massima, non sono necessari provvedimenti radicali entro tale data. In previsione delle potenziali difficoltà erano stati riempiti i serbatoi e le riserve energetiche.

Questo però non significa che non possono essere prese dei provvedimenti ulteriori nei mesi estivi per regolamentare il consumo energetico, limitando e cercando di evitare sprechi eccessivi di una risorsa che al momento è quanto meno importante.

La frase conclusiva dell'intervento del premier Draghi, facente riferimento alla scelta tra Condizionatori e Pace, infatti potrebbe suggerire come dei provvedimenti potrebbero essere necessari per aumentare il più possibile l'indipendenza dal gas russo o da altri paesi fornitori (che ovviamente stanno vendendo il gas a prezzi aumentati).

Scenari possibili: blocchi energia?

Nel caso di razionamenti dell'energia le prime cose ad essere colpite non sarebbero ovviamente i consumatori domestici. 

E' stata già introdotta una stretta sui termosifoni e condizionatori nelle pubbliche amministrazioni in cui dal primo maggio 2022 al marzo dell'anno prossimo, negli uffici pubblici la temperatura non può essere superiore ai 19 gradi d'inverno e meno di 27 gradi durante il periodo estivo

Un'altra possibile stretta potrebbe essere individuata nell'illuminazione pubblica, già applicata da alcuni sindaci con regolamento municipale, ma potrebbe riguardare più su larga scala il nostro paese. 

Insieme a ciò, un altro bersaglio dei tagli diventerebbe necessariamente il condizionatore e in generale la climatizzazione estiva. Questa infatti è causa di una grande percentuale del consumo elettrico durante i mesi più caldi, soprattutto in uffici e ambienti pubblici. 

Ma quanto costerebbe un condizionatore con i prezzi attuali di energia?

Un condizionatore in casa con i prezzi attuali dell'energia potrebbe apparire persino come un lusso! Mentre infatti negli anni scorsi nei mesi estivi copriva circa un 10% della bolletta elettrica, quest'anno potrebbe considerarsi un vero e proprio lusso che, al netto di blocchi di legge che ne impediscono l'utilizzo, potrebbe essere anche tenuto spento per scelta di alcuni per risparmiare in bolletta.

Il consumo di un condizionatore dipende ovviamente dalla classe energetica di questo che solitamente va dalla F per i meno efficienti alla AA. Utilizzando il prezzo dell'energia elettrica di riferimento dell'Autorità di Regolamentazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA) di 0,3102 €/kWh

Classe energetica

Consumo Min

Consumo Max

Costo Min

Costo Max

A e AA

734 kWh

890 kWh

€ 228

€ 276

B

891 kWh

950 kWh

€ 276

€ 295

C

950 kWh

1018 kWh

€ 295

€ 316

D

1018 kWh

1096 kWh

€ 316

€ 340

E

1096 kWh

1188 kWh

€ 340

€ 369

F

1188 kWh

1295 kWh

€ 369

€ 402

 

I prezzi potrebbero andare quindi dai 400 ai circa 220 euro per ogni condiizonatore all'anno. Questo va poi comparato al numero di condizionatori a disposizione per ogni singolo ufficio o appartamento, tenendo conto che il rincaro colpisce e colpirà anche tutti gli altri dispositivi. 

La scelta di tenerli spenti potrebbe quindi essere più legato al prezzo in sè per molti italiani.

Condizionatore o Ventilatore, quale è meglio?

L'alternativa al condizionatore risiede nel ventilatore, un dispositivo meno in grado di raffreddare, ma consuma veramente meno rispetto al condizionatore? 

La risposta è Sì e non di poco!

A parità di ore di utilizzo intatti il ventilatore consuma addirittura 15 volte in meno rispetto a un tradizionale condizionatore. Quest'ultimo infatti come abbiamo visto nella tabella precedente, anche dei casi di maggiore efficienza energetica, richiede consuma almeno 700kWh, mentre un ventilatore appena 50kWh! 

Nel caso quindi il secondo potrebbe essere il mezzo preferito dagli italiani di questa estate per abbassare i consumi! 

Fonte: https://energia-luce.it/news/ventilatore-condizionatore-estate-2022/

 

Il perdurante stato di crisi che investe il settore agricolo-zootecnico, già più volte denunciato da Tavolo Verde Puglia Basilicata, ha raggiunto livelli insostenibili sia per l’aumento dei prezzi dei mezzi tecnici (carburanti, fertilizzanti, energia elettrica, ecc…), sia per l’aleatorietà dei mercati interni ed esteri aggravata anche dal conflitto fra Ucraina e Russia.

Solidarietà e vicinanza agli autotrasportatori del Metapontino, ma anche un appello alle istituzioni competenti affinché trovino soluzioni adeguate ai problemi lamentati dal settore per evitare che esso imploda e determini un effetto domino sull’intera economia.

“I costi di produzione sono alle stelle, a cominciare da quelli energetici e dei mezzi tecnici, mentre i prezzi dei prodotti agricoli sono rimasti invariati, con il risultato che le aziende agricole lucane, già uscite con le ossa rotte dalla pandemia, adesso vengono investite da questa inflazione incontrollata dei prezzi”.

Il Governo Draghi, con il ministro Cingolani, approva il piano delle aree potenzialmente idonee alla ricerca petrolifera (PiTESAI). le associazioni No Scorie, Med No Triv e Cova Contro: “Trivelle a chilometro zero senza riduzione delle bollette”.

Segue il comunicato integrale.

Pagina 1 di 3

Ultimi Tweets

From IFTTT
L'arbitro Andrea Malvasi al “Talent & Mentor Uefa Refree Convention” https://t.co/Gk0SuGcgNL https://t.co/khFBhGlFqx
From IFTTT
Domani al Castello di San Basilio, il presidente Bardi inaugura il forum industria smart ed il premio alle imprese… https://t.co/HwEkWwacxd
From IFTTT
Piccoli gialloble cercasi: stage della Pol CS Pisticci alla ricerca di piccoli grandi talenti… https://t.co/5ihM6XXQlU
Follow Pisticci.com on Twitter

Post Gallery

L'arbitro Andrea Malvasi al “Talent & Mentor Uefa Refree Convention”

Domani al Castello di San Basilio, il presidente Bardi inaugura il forum industria smart ed il premio alle imprese innovative

Piccoli gialloble cercasi: stage della Pol CS Pisticci alla ricerca di piccoli grandi talenti

Arpab: si va verso lo stato d'agitazione

YMatera: inspiration Y, for Young People. Un evento per i giovani sui temi del digitale e dell’informatica

Parità di genere; per Perretti (Crpo) un cambio di passo è possibile ma se ci crede chi governa

Alle ore 15:00 sospensione erogazione idrica

Rinnovati i vertici provinciali e regionali di Coldiretti Giovani Impresa

Il progetto del prof. Marco Toscano, Rammenta: Musica e Poesia promuovono la sicurezza sul lavoro!